Post Date : 6 novembre 2014

Hey ho let’s go! Alla Ono Arte contemporanea i Ramones in mostra!

ramones
ramones

Post Detail

#Ramones #Bologna #Fotografia @OnoArte @CovoClub @cinetecabologna

Per festeggiare i quaranta anni dalla formazione di una delle band più rappresentative del movimento punk nel mondo, dal 6 novembre fino al 7 dicembre, in esclusiva nazionale, arriva alla Ono Arte Contemporanea di Bologna Hey Ho Let’s Go – The Ramones by Danny Fields. In mostra, gli scatti che il primo manager dei Ramones, Danny Fields, ha fatto alla band nei primi anni di successi.

Sebbene Danny Fields non fosse un fotografo professionista (o forse proprio per questo), ha potuto immortalare alcuni dei momenti più intimi della band che ha portato il punk in tutto il mondo, compresa in quella che è poi stata annoverata come la patria di questo genere, ossia l’Inghilterra. Danny Field all’epoca era un giornalista musicale che scriveva per la rivista The Soho Weekly; i Ramones l’avevano invitato più volte al CBGB, locale storico da cui la band ha mosso i suoi primi passi, perché scrivesse un articolo su di loro. Ma dopo averli ascoltati, Danny Field fece molto di più e diventò il loro manager.

In mostra, oltre ai 70 scatti inediti per l’Italia, ci saranno anche alcuni documenti originali della band, come scalette, flyer e altro, provenienti dalla collezione del Ramones Museum di Berlino.
Venerdì 7 novembre, inoltre, la Cineteca di Bologna proietterà l’anteprima mondiale della bio pic dedicata a Fields “Danny Says” di Brendan Toller (USA, 2014), mentre sabato 8 novembre il COVO CLUB ospiterà “Teenage Lobotomy”, una serata dedicata ai Ramones e al mondo che ruotava intorno al CBGB’s.

http://www.onoarte.com/pdf/CS%20RAMONES.pdf

Si dice CBGB e si pensa ai Ramones. Dopo aver iniziato la loro carriera suonando per mesi nel famoso locale underground di New York  – anche più di una volta la settimana –  i Ramones sono ingaggiati dalla Sire Records nell’autunno 1975 per cui registrano l’album di debutto, “Ramones”. Quando il 4 luglio 1976 suonano al The Roundhouse di Londra, la loro apparizione entusiasma talmente tanto la scena punk rock inglese, da essere d’ispirazione per le future star del punk tra cui alcuni membri dei Clash e dei Sex Pistols. Mickey Leigh, fratello di Joey, racconta così l’incontro in quel locale con i Clash: “…stavamo percorrendo il corridoio che portava al backstage della Roundhouse, e a metà, schierati come una posse, trovammo i Clash. Indossavano tutti un giubbotto di pelle nera, e cercavano di sembrar dei duri, e noi ci intimorimmo un pochino. Tommy buttava giù Valium e le mani gli tremavano da quanto era nervoso. Così mentre ci dirigevamo verso la porta, quelli dissero: <<Noi siamo i Clash. Diventeremo più grandi di chiunque altro>>. Era tutta una recita. Si atteggiavano a punk, perché è così che si immaginavano facessero le band di New York”.
In realtà i Clash stavano muovendo i primi passi e avevano paura di suonare, fino a quando non videro i Ramones in concerto. “Dovete soltanto suonare, ragazzi”, ripetevano i Ramones a tutte le band, “Uscite dai vostri scantinati e mettetevi a suonare. E’ così che abbiamo fatto noi!”.

Tags

Author

Related Posts

©2014 bolognachannel.tv