Post Date : 30 settembre 2014

BolognaFestival IL NUOVO L’ANTICO

bologna festival
bologna festival

Post Detail

#bologna @bolognafestival #ilnuovolantico #bolognafestival

BolognaFestival La Triade Polacca: Chopin-Szymanowski- Lutosławski

L’Ensemble da Camera del Conservatorio di Parma

esegue in prima assoluta una pagina cameristica

del compositore bolognese Alberto Caprioli

Venerdì 3 ottobre ore 20.30, all’Oratorio San Filippo Neri, il ciclo dedicato alla musica polacca contemporanea prosegue con il concerto dell’Ensemble da Camera del Conservatorio “A. Boito” di Parma, diretto da Pierpaolo Maurizzi. In programma musiche di Szymanowski, Lutosławski, Debussy e Ravel, autori che appartengono all’orizzonte estetico dei due compositori polacchi. Il programma prevede inoltre la prima esecuzione assoluta della trascrizione per violino e orchestra da camera dei Miti di Szymanowski, realizzata per Bologna Festival dal compositore bolognese Alberto Caprioli.

programma

Claude Debussy  Prélude à l’après midi d’un faune (trascrizione di Benno Sachs e Alban Berg)

Witold Lutosławski Sei canzoni di bambini per voce e undici strumenti

Alberto Caprioli Fuggente per voce e sei strumenti

Maurice RavelTrois poèmes de Stéphane Mallarmé per voce e orchestra da camera

Karol Szymanowski Miti op.30

(versione per violino e orchestra da camera di Alberto Caprioli, prima esecuzione assoluta)

La classe di musica da camera del Conservatorio di Parma preparata da Pierpaolo Maurizzi si impegna in un percorso didattico di esemplare coerenza. Il programma, affidato ad una ventina di strumentisti ad organico variabile, presenta alcune liriche infantili, dall’affabile cantabilità, di Lutosławski, e il luminoso capolavoro grecizzante di Szymanowski, Miti. Questa perfetta pagina per violino e pianoforte si ascolta nell’orchestrazione scritta da Alberto Caprioli. Il musicista bolognese presenta anche un brano di sottigliezza cameristica, Fuggente, su versi di Leopardi, brano con cui ha ottenuto il Premio Internazionale per la Musica 2012 dell’Accademia dei Lincei di Roma.

ENSEMBLE DA CAMERA DEL CONSERVATORIO “A. BOITO” DI PARMA. Il gruppo strumentale del Conservatorio di Parma nasce su iniziativa di Pierpaolo Maurizzi, docente di musica da camera e titolare del relativo Biennio Specialistico dell’istituto. Gli studenti più meritevoli, alternandosi, affrontato prevalentemente opere fondamentali del Novecento, tra cui Pierrot Lunaire e Kammersymphonie n.1 di Schönberg, la Sonata per due pianoforti e percussioni di Bartók, Oiseaux exotiques di Messiaen, Kammerkonzert di Berg, Vortex Temporum di Grisey, O King e Folk-Songs di Berio. L’ensemble ha eseguito in prima assoluta brani di Giorgio Magnanensi, Emilio Ghezzi, Lucio Garau oltre al lavoro su musiche di Mahler Urlicht, appositamente commissionato ad Uri Caine. Negli ultimi anni, grazie al Progetto Erasmus, l’ensemble si è arricchito della presenza di musicisti di varie nazionalità: oltre cento giovani strumentisti di talento provenienti da Albania, Argentina, Austria, Bosnia, Brasile, Cile, Corea, Croazia, Finlandia, Russia e Kazakistan. L’ensemble torna ospite del Bologna Festival dopo il successo di pubblico ottenuto nelle passate edizioni della rassegna Talenti.

ALBERTO CAPRIOLI. Compositore e direttore d’orchestra, ha compiuto gli studi musicali a Parma, Vienna, Salisburgo e quelli letterari all’Università di Bologna. Fondamentali per la sua formazione sono stati gli insegnamenti di Ezio Raimondi, Tito Gotti e Carlo Ginzburg. La sua attività compositiva, nata sotto l’influenza della musica di Bruno Maderna e di Luigi Nono, si è sviluppata negli anni Ottanta durante la frequentazione di Camillo Togni e Friedrich Cerha, in seguito di Boguslaw Schaeffer e Franco Donatoni. All’inizio degli anni Novanta ha incontrato John Cage, con il quale ha collaborato alla storica esecuzione di Musik Walk e al quale ha dedicato il brano John Cage Variations. Tra il 1992 e il 2001 il Comunale di Bologna gli ha commissionato cinque opere. Al centro della sua poetica c’è da sempre l’interesse per la contaminazione tra la musica e le arti. Ha ricevuto commissioni dai maggiori festival europei, tra cui Europäisches Musikfest di Stoccarda, Wien Modern, Musikfest Salzburg, Centre Iannis Xenakis di Parigi. Come direttore d’orchestra ha iniziato la sua attività nel 1981 debuttando, ancora studente, alla Deutsche Staatsoper di Berlino e alla Radio di Vienna. Si è esibito per la prima volta in Italia nel 1983, alla guida dei Dresdner Philharmoniker. Collabora con l’Österreichisches Ensemble für Neue Musik di Salisburgo da più di dieci anni. Il suo brano Fuggente per voce e strumenti, dedicato a Giovanni Morelli, ha ottenuto il Premio internazione per la Musica 2012 dell’Accademia dei Lincei di Roma.

 

Tags

Author

Related Posts

©2014 bolognachannel.tv