Post Date : 24 settembre 2014

Resistenza Non violenta 1943-45

resistenza non violenta
resistenza non violenta

Post Detail

#bologna #resistenzanonviolenta @casalecchiodelleculture

Resistenza Non violenta Il libro di Ercole Ongaro ricostruisce l’opposizione non armata al nazifascismo, per parlare al presente

Giovedì 25 settembre, alle ore 20.45, presso la Casa per la Pace “La Filanda” (Via Canonici Renani 8 – Casalecchio di Reno), Ercole Ongaro, direttore dell’ILSRECO, presenta il suo libro, “prima storia della resistenza nonviolenta in Italia”, per il primo appuntamento della rassegna provinciale “Segnali di Pace”.

Dopo l’8 settembre 1943, accanto alla Lotta di Liberazione armata, l’opposizione all’occupazione nazifascista si sostanziò in un tessuto diffuso di forme nonviolente, dalla stampa clandestina all’aiuto della popolazione ai soldati sbandati, agli ebrei e all’esercito alleato, dai sabotaggi agli scioperi nelle fabbriche di armi. Queste pagine spesso poco note sono al centro del libro Resistenza nonviolenta 1943-45 (I Libri di Emil, 2013), che l’autore Ercole Ongaro, direttore dell’ILSRECO – Istituto Lodigiano per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, presenterà giovedì 25 settembre alle ore 20.45 presso la Casa per la Pace “La Filanda” (Via Canonici Renani, 8 – Casalecchio di Reno).

Resistenza nonviolenta 1943-45 è la prima ricostruzione complessiva delle esperienze di opposizione non armata al nazifascismo che si svilupparono in varie aree d’Italia dopo l’armistizio. L’intento è, a partire da una pratica diffusa in genere tenuta in secondo piano (e “a volte colpevolmente nascosta”, secondo Tonio Dall’Olio) rispetto alla Resistenza armata, di ricomporre una “memoria fertile” per la società odierna, che non vive una guerra attiva ma in cui solo le scelte personali e collettive possono tradurre in realtà l’astratto desiderio di cambiamento. Il tutto, come espressamente affermato dall’autore, nella consapevolezza che “non si tratta […] di introdurre una scala gerarchica valoriale tra forme di Resistenza nonviolenta e quelle di Resistenza armata. La Resistenza al nazifascismo è stata una sola, interpretata in modi diversi da ciascuna componente politica e sociale, con la propria specificità ideologica e di genere”.

Ercole Ongaro, nato nel 1947 a Cazzago S. Martino (Brescia), vive a Lodi, dove dirige l’Istituto Lodigiano per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea (ILSRECO). Ha coordinato il Comitato per la pace del Lodigiano dal 1990 al 1999 e il Comitato Lodigiano per l’acqua pubblica dal 2007. Ha pubblicato, a partire dal 1977, saggi e monografie sulla storia politica e sociale dell’Ottocento e del Novecento e su temi istituzionali e politici.

La presentazione di Resistenza nonviolenta 1943-45 costituisce l’appuntamento inaugurale della X edizione di “Segnali di Pace”, la rassegna curata da Provincia di Bologna e Tavolo provinciale per la Pace, che fino al 31 ottobre propone oltre 30 appuntamenti a Bologna e provincia sui temi della pace, dell’intercultura e della convivenza civile.

Ingresso libero

Tags

Author

Related Posts

©2014 bolognachannel.tv