Post Date : 23 maggio 2014

Zola Jazz&Wine 2014

vocione 1
vocione 1

Post Detail

#bologna @comunicamente @ZolaJazz&Wine #ZolaPredosa

Giunta alla quindicesima edizione torna dal 27 maggio al 10 luglio Zola Jazz&Wine, l’ormai nota e seguitissima rassegna che unisce la musica jazz al buon vino dei colli bolognesi e che, unica nel suo genere, porta la musica direttamente nelle cantine di Zola Predosa (BO).

Promossa dal Comune di Zola Predosa con il patrocinio della Provincia di Bologna e della Regione Emilia-Romagna, la nuova edizione dal titolo LESS IS MORE, vanta come direttore artistico Carlo Maver.

Less is more  è un vero e proprio inno al vivere semplice e naturale. Un ritorno alle origini della buona musica e del buon vino che si manifesta con la scelta di formazioni composte da pochi elementi, programmi musicali essenziali, scelte di vini di grande qualità e un ricco programma di iniziative a tema come la biciclettata per raggiungere la cantina o la camminata e, grande novità di questa edizione, un concerto domenicale direttamente in vigna, seduti sul prato, con aperitivo-picnic.

 

Carlo Maver è flautista, bandoneonista, compositore e amante dei viaggi solitari in paesi esotici e remoti come il Kurdistan, il Mali, il deserto del Sahara, l’Uzbekistan, il Turkmenistan, la Turchia e l’Indonesia, che sono per lui esperienze di vita e autentiche fonti di ispirazione creativa.

La musica di Maver parte sempre dalla melodia per poi sviluppare un percorso lirico ed impregnato di Tango e sonorità mediterranee, è uno dei pochi allievi del grande bandoneonista argentino Dino Saluzzi.

Maver si è esibito in Portogallo, Spagna, Francia, Albania, Argentina, Australia, Afganistan, Etiopia e al fianco di musicisti come Henghel Gualdi, Nicola Stilo, Javier Girotto, Daniele di Bonaventura, Flaco Biondini, Cheryl Porter, Kay Foster Jackson, Felice del Gaudio, Antonio Marangolo, Simone Zanchini, Stefano de Bonis, Francesca Sortino, Pasquale Mirra e Giancarlo Bianchetti.

 

Come tutti gli anni la rassegna si articola in cinque appuntamenti di giovedì sera (con inizio alle 21.30),ospitati nelle cantine vitivinicole del territorio, quelle produttrici del “Colli Bolognesi Classico Pignoletto” che ha recentemente ottenuto la tipologia D.O.C.G.,che si trasformano per l’occasione palcoscenici naturali

 

dove apprezzare la buona musica seduti ad un tavolino nell’atmosfera della campagna
sorseggiando i vini presentati e offerti dai produttori.

Fra le formazioni  di questa quindicesima edizione, oltre a quella di Carlo Maver, direttore artistico 2014 (martedì 27 maggio), che ospita anche per l’occasione il sax di Achille Succi e Silvia Donati, il Gas Trio conAres Tavolazzi e Silvia Donati (giovedì 5 giugno), l’insolito duo Vocione conMarta Raviglia e Tony Cattano (giovedì 12 giugno), il Carlo Atti pianoless Trio (giovedì 26 giugno), la Banda Rei (domenica 29 giugno) e il Dan Kinzelman’s Ghost (giovedì 3 luglio).

 

Agli appuntamenti infrasettimanali si aggiungono la serata di apertura, martedì 27 maggio, a Cà la Ghironda – Modern Art Museum, in cui, dopo un apericena tra le sale del museo, sarà possibile ascoltare il nuovo progetto musicale del Maver Quartet, “Tracce d’Africa”, il concerto domenicale in vigna, il 29 giugno all’Azienda Lodi Corazza con la Banda Rei e la festa di chiusura gratuita, giovedì 10 luglio, nel parco del Centro Pertini con il Valerio Pontrandolfo Trio.

Ancora fra le iniziative tematiche Jazz&Wine a pedali, itinerario eno-musicale per amanti della bicicletta, che parte giovedì 12 giugno dal centro di Bologna e arriva fino a Zola Predosa,all’Azienda Bortolotti, seguendo piste ciclabili e percorsi meno conosciuti. Mentre per gli amanti del verde, giovedì 3 luglio, con Jazz&Wine a piedi, sarà possibile partecipare a una suggestiva camminata pre-concerto alla scoperta della campagna zolese percorrendo sentieri secondari ed esplorando i vigneti dell’Azienda Gaggioli.


Fra le altre cantine che partecipano alla manifestazione, ospitano la musica e presentano i loro prodotti anche le aziende Vallania e Manaresi. Infine tutte le serate è presente un bookshop tematico a cura della libreria Trame che porta nelle cantine libri, cd e film dedicati alla musica, al vino e al tema della rassegna.

 

Continua, poi, per il 2014 il progetto di gemellaggio Jazz&Wine d’Italia, avviato due anni fa con alcuni tra i migliori festival: il Jazz&Wine in Montalcino (SI), il Jazz&Wine of Peace Festival di Cormòns (GO).

Con il festival di Cormòns è attivo uno scambio che vede la Jazz&Wine of Peace Trio ospite a Zola il 19 giugno mentre il direttore artistico di Zola Jazz&Wine Carlo Maver sarà ospitato nella prossima edizione della rassegna di Cormòns in calendario dal 23 al 26 ottobre 2014.

Infine una nuova collaborazione è da quest’anno stata attivata con il progetto Vino & Jazz Marche (luglio-agosto 2014), nato con l’intento di abbinare concerti di prestigio, degustazioni e momenti conviviali nelle aziende vinicole e incentrato sulla socializzazione e sulla valorizzazione delle tante eccellenze del territorio regionale.

Per rafforzare la collaborazione un accordo fra le rassegne gemelle prevede che presentandosi al Jazz&Wine of Peace Festival e ai concerti del circuito Vino e Jazz Marche con il biglietto di Zola Jazz&Wine si avrà diritto ad un ingresso ridotto.

 

 

Media Partner:

JazzIt

jazz.it

RadioKairos (ogni martedì un’anteprima dei concerti del giovedì nella trasmissione Hobo)

radiokairos.it

dicantinaincantina.it

Vivere Sostenibile

 

 

Programma Zola Jazz&Wine 2014:

 

Tutti i concerti di giovedì sera iniziano alle 21.30, quello di domenica 29 giugno inizia alle 19.30 (vedi comunicato allegato).

 

Martedì 27/5: Ca’ la Ghironda – Modern Art Museum

Via Leonardo da Vinci 19, Loc. Ponte Ronca – Zola Predosa (BO)

Maver Quartet

Presentazione nuovo album Carlo Maver “Tracce d’Africa”

Carlo Maver – band/flute/composizioni

Paquale Mirra –  vibrafono

Giancarlo Bianchetti – chitarra

Davide Garattoni – basso

Roberto Rossi – drum e perc

guest

Achille Succi – sax e cl bass

Silvia Donati – voce

 

Giovedì 05/06: Azienda Manaresi

Via Bertoloni 14-16, Loc. Bella Vista – Zola Predosa (BO)

Gas Trio

Giancarlo Bianchetti – chitarra

Ares Tavolazzi – contrabbasso

Silvia Donati – voce

 

Giovedì 12/06: Azienda Bortolotti

Via San Martino 1 – Zola Predosa (BO)

Vocione

Marta Raviglia – voce

Tony Cattano – trombone

A precedere, biciclettata – Jazz&Wine a pedali in collaborazione con Monte Sole Bike Group.

(Partenza ore 18 Casa dei Colori Montagnola, via Irnerio 2/3, Bologna – arrivo all’Azienda Bortolotti ore 21. Punti di ritrovo intermedi: ore 19.00 Casalecchio di Reno, via dei Canonici renani ci fronte alla passerella ciclopedonale sul Reno sponda est; ore 19.20 Riale, fermata bus via Risorgimento 16; ore 19.30  Zola Predosa, Proloco ex stazione del Lavino, Via Solmi 10/P, light dinner compreso, partenza 20.30)

(Biglietto comprensivo di biciclettata, light dinner e ingresso al concerto 20 €, prenotazione obbligatoria 051.6449699 – zolajazzwine@comunicamente.it)

 

Giovedì 19/06: Azienda Vallania

Via Predosa 83 – Zola Predosa (BO)

Jazz&Wine of peace Trio

Direttamente dal Jazz&Wine of Peace Festival di Cormòns (GO)

Filippo Rinaldo (piano)

Riccardo Di Vinci (double bass)

Andrea Davì (batteria)

Guest: Diego Frabetti-Tromba

 

Giovedì 26/06: Azienda Lodi Corazza

Via Risorgimento 223, Loc. Ponte Ronca – Zola Predosa (BO)

Carlo Atti pianoless trio

Carlo Atti – sax

Marco Palmieri – contrabbasso

Lorenzo Bonucci – batteria

 

Domenica 29/06: Azienda Lodi Corazza

Via Risorgimento 223, Loc. Ponte Ronca – Zola Predosa (BO)

Banda Rei

Gabriele Gnudi – basso tuba

Roberto Righini – tromba e flicorno

Daniel Cau – sassofono Contralto e Soprano

Riccardo Capelli – batteria

Concerto in vigna

 

Giovedì 03/07: Azienda Gaggioli

Via Raibolini il Francia 55 Zola Predosa (BO)

Dan Kinzelman’s Ghost

Dan Kinzelman

Manuele Morbidini

Mirco Rubegni

Rossano Emili

Strumenti vari

A precedere, camminata organizzata – Jazz&Wine a piedi, in collaborazione con il Punto Gusto della Strada dei Vini e dei Sapori a Villa Garagnani e l’ufficio IAT dei Colli bolognesi (Partenza da Villa Edvige Garagnani, Zola Predosa e arrivo all’Azienda Gaggioli con light dinner alla partenza compreso).

(Biglietto comprensivo di camminata, light dinner e ingresso al concerto 25 €, prenotazione obbligatoria 051.6449699 – zolajazzwine@comunicamente.it)

 

Giovedì 10/7: Grande festa di chiusura al Centro Culturale S. Pertini

Via Raibolini il Francia, 44 – Zola Predosa (BO)

Valerio Pontrandolfo Trio

Valerio Pontrandolfo – sax Tenore

Stefano Senni – contrabbasso

Marco Frattini – batteria

Ingresso gratuito

 

 

Web:

www.zolajazzwine.it

www.facebook.com/zolajazzwine

 

Prevendite:

Ufficio IAT di Zola Predosa: Villa E. Garagnani, via Masini 11, Zola Predosa; tel. 051 752472; orari di apertura: lun. 14.30 – 18.30, mart.-ven. 9.00 – 13.00/14.30-18.30, sab.9.00-13.00; email info@iatcollibolognesi.it

 

Info concerti:

Ufficio IAT di Zola Predosa: Villa E. Garagnani, via Masini 11, Zola Predosa; tel. 051 752472; orari di apertura: lun. 14.30 – 18.30, mart.-ven. 9.00 – 13.00/14.30-18.30, sab.9.00-13.00; email info@iatcollibolognesi.it

ComunicaMente: Parco della Montagnola, Via Irnerio 2/3, Bologna; tel. 051.6449699; orari di apertura: lun. e gio. 15-18; sab. 10-12/15-18;  email zolajazzwine@comunicamente.it

 

Biglietti:

Ingresso serate in cantina: intero €13,00; ridotto €11,00 (portatori di handicap e accompagnatore; possessori tessera Fai, Touring Club); ridotto €10,00 (studenti tra 7 e 18 anni, studenti universitari muniti di tessera); bambini sotto i 6 anni gratis.

Ingresso serata 27 maggio: intero €17,00; ridotto €15,00 (portatori di handicap e accompagnatore; possessori tessera Fai, Touring Club, Arci), ridotto €13,00 (studenti tra 7 e 18 anni, studenti universitari muniti di tessera); bambini sotto i 6 anni gratis.

Ingresso concerto in vigna di domenica 29 giugno: offerta libera.

 

Zola Jazz&Wine è realizzato in collaborazione con: ComunicaMente e Associazione Deades, Proloco di Zola Predosa, Associazione La Ronca, Centro Culturale Sandro Pertini.

 

Ufficio stampa: Chiara Pilati | ComunicaMente | T. 051 6449699 | Mob. 333 4031247 | stampa@comunicamente.it

 

Brevi Biografie Gruppi

 

Maver Quartet  –  Tracce D’africa

Carlo Maver – band/flute/composizioni

Paquale Mirra –  vibrafono

Giancarlo Bianchetti – chitarra

Davide Garattoni – basso

Roberto Rossi – drum e perc

guest

Achille Succi – sax e cl bass

Silvia Donati – voce

Il Maver Quartet compie un viaggio a ritroso nella ricerca delle tracce, soprattutto ritmiche, che il “continente nero” ha regalato a tanti generi musicali. Un viaggio attraverso le sonorità affascinanti del bandoneon, del piano Fender Rhodes, del vibrafono, ma soprattutto un viaggio attraverso composizioni originali che spaziano dagli elementi neri del Tango e del Jazz ad elementi medio orientali e mediterranei.

Lo spettacolo è integrato da una voce recitante che racconta l’Africa e i suoi poeti (Senghor, Mano Dayak, Bebey Achebe). Su richiesta il progetto viene allestito con scenografie africane e con spettacoli di maschere africane.

 

Gas Trio

Giancarlo Bianchetti – chitarra

Ares Tavolazzi – contrabbasso

Silvia Donati – voce

Il trio (nato in realtà come quartetto con Alberto Borsari all’armonica) ha le sue radici nella seconda metà degli anni ’90 ed è grazie a questa conoscenza reciproca che la sua musica non si muove per sentieri prestabiliti ma segue intuizioni del momento : per questo i brani scelti diventano quasi un pretesto per “dialogare” e creare sempre situazioni differenti.

Il concerto oscilla tra passato e presente, tra composizioni originali proprie e di altri musicisti italiani (tra i quali Pietro e Marcello Tonolo, Sandro Gibellini, Alberto Borsari) e jazz standards più classici (ad esempio Angel eyes e With a song in my heart), il tutto proposto con classe ma anche una certa dose di imprevedibilità.

 

Vocione

Marta Raviglia – voce

Tony Cattano – trombone

E’ un duo atipico. Due sono gli strumenti e molte le difficoltà nel confrontarsi con una formazione, quella voce e trombone, in cui il rigore esecutivo e la disciplina dovrebbero prendere il sopravvento in modo da sormontare gli ostacoli che si presentano e aggirare il pericolo.

I protagonisti di questa avventura però, hanno sviluppato un certo gusto per tutto ciò che è incerto e rischioso, per tutto ciò che conduce incontro all’ignoto. E, dunque, VOCIONE è un duo spericolato in cui la voce di Marta Raviglia e il trombone di Tony Cattano si confrontano su un imprevedibile terreno di gioco. È la musica, di volta in volta, a suggerire strategie.

Nel repertorio del duo alle composizioni di Tony e Marta, si aggiungono brani presi in prestito dalla tradizione jazzistica e da quella brasiliana, spirituals, ballate rinascimentali, arie barocche e molto altro ancora: il tutto condito con disincanto e ironia. Si fa sentire questo VOCIONE e non teme le lamentele dei vicini.

VOCIONE si è potuto ascoltare in importanti rassegne e festival. Il primo disco del duo è stato pubblicato dall’etichetta Monk Records, ha avuto ottime recensioni ed un’importante riconoscimento, il Jazzit Award 2010.

 

Jazz&wine of peace trio

Filippo Rinaldo –  piano

Riccardo Di Vinci –  double bass

Andrea Davì –  batteria

Guest: Diego Frabetti –  tromba

Band “mascotte” dell’omonimo festival che ogni anno rende Còrmons(GO) la capitale del jazz, è composta da tre giovani talenti under 30 che hanno già fatto importanti esperienze su diversi palchi in gran parte d’italia, partecipando inoltre a numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Tutti i musicisti provengono dal collettivo jazz patavino “CRANK” fondato dall’alto-sassofonista Enrico Di Stefano e dal batterista Andrea Davì.  La formazione propone una erie di standard della tradizione riarrangiati e brani originali, con uno sguardo rivolto alla storia del jazz ed un altro alla sonorità piu moderne, unito da un interplay consolidato da diversi anni di collaborazione.

 

Carlo Atti Pianoless Trio

Carlo Atti – sax

Marco Palmieri – contrabbasso

Lorenzo Bonucci – batteria

Carlo Atti, uno dei tenorsassofonisti più autentici della scena italiana si propone in versione “pianoless trio” con il propulsivo tandem formato da Marco Palmieri al contrabbasso e Lorenzo Bonucci alla batteria.

Il trio formatosi recentemente, ma già più che collaudato proporrà un repertorio basato sugli standard, che Atti si diverte a rivisitare con assoluta originalità, pur rimanendo strettamente legato alle preziosità armoniche di questi brani fondamento della cultura jazzistica.

 

Banda Rei

Gabriele Gnudi – basso tuba

Roberto Righini – tromba e flicorno

Daniel Cau – sassofono Contralto e Soprano

Riccardo Capelli – batteria

Nata per le strade di Bologna la Banda Rei è una miscela di fiati e percussioni capace di passare dalle atmosfere più forti e dirompenti a quelle più intime e vellutate.
L’intento è sempre stato quello di fare buona musica rigorosamente in acustico, adattabile a diversi tipi di situazione, dai concerti alle parate.
Il repertorio spazia tra diversi generi: le colonne sonore del cinema italiano e internazionale, cartoons, musica latina, balcanica, classica e jazz.
In pochi mesi la Banda ha già riscosso notevole successo suonando all’ interno di festival come quello di “Borghi e Frazioni in Musica” e al prestigioso “Festival Armonie” all’auditorium di pietra Buss del Buson di Belluno ricevendo sempre ottimi consensi.
Ultimamente ha collaborato anche con l'attore comico Andrea Santonastaso.Hanno all’attivo un primo cd “Vol.1” dove hanno raccolto 15 tra le più indimenticate colonne sonore di sempre.

 

Dan Kinzelman’s Ghost

Dan Kinzelman –  sax tenore, flauto, clarinetti, percussioni

Mirco Rubegni – ottoni, percussioni

Manuele Morbidini – sax, alto, percussioni

Rossano Emili – sax baritono, clarinetto basso, percussioni

Quartetto di fiati e percussioni che si sottrae ai generi, Dan Kinzelman’s Ghost mischia con irriverenza musica da camera, musica contemporanea, free jazz, ritmi africani e minimalismo orchestrale con elementi tratti da musiche etniche di tutto il mondo e dalla tradizione bandistica. Il risultato è una rete complessa e stratificata in cui il contrasto e la decontestualizzazione rivelano aspetti sorprendenti in mondi musicali che si ritenevano sinora familiari. La particolarità forte di questo progetto si trova forse nella ricerca estrema del contrasto: un’attenzione ossessiva al dettaglio abbinato ad una propensione nell’abbandonarsi all’inaspettato, un’elevazione del connubio suono-silenzio fino a farli diventare elementi autonomi musicali e un’estensione dinamica che fa paura sono i tratti salienti di Dan Kinzelman’s Ghost. Vedere un loro concerto potrebbe cambiare il modo in cui si pensa alla musica da camera, al jazz e alla stessa esperienza di ascoltare musica dal vivo.

“La scarsità di materie prime pure ci costringe al recupero di scarti generati nel corso degli anni passati. Riteniamo che tramite tale sforzo creativo sia possibile ricavare oggetti di notevole utilità e bellezza, attraverso una drastica decontestualizzazione o contrapponendo elementi apparentemente del tutto privi di collegamento. Le funzionalità originarie vengono così tramutate con urgenza costruttiva in qualcosa d’altro: strutture dall’aspetto instabile ed improbabile, giocattoli immaginari impossibili.”

 

Valerio Pontrandolfo trio  

Valerio Pontrandolfo – sax tenore

Stefano Senni – contrabbasso

Marco Frattini – batteria

Il Valerio Pontrandolfo Trio, di recente formazione, riunisce alcuni tra i bravi jazzisti presenti sulla scena nazionale.

È la classica formula sax-basso-batteria resa celebre negli anni ’50 dal sassofonista Sonny Rollins (e più recentemente da George Coleman, Joe Henderson, Steve Grossman ecc.) e si caratterizza per le maggiori libertà creative che essa permette ai musicisti, non essendoci i “vincoli” dell’ accompagnamento di uno strumento armonico. Verranno eseguite composizioni originali di Valerio Pontrandolfo e i classici senza tempo del Great American Songbook e dei musicisti che hanno fatto grande la storia della musica Jazz, anche questi riarrangiati dal sassofonista.

 

Ufficio stampa: Chiara Pilati | ComunicaMente | T. 051 6449699 | Mob. 333 4031247 | stampa@comunicamente.it

Tags

Author

Related Posts

©2014 bolognachannel.tv