Post Date : 8 maggio 2014

ISTITUZIONE BOLOGNA MUSEI: GLI APPUNTAMENTI DA VENDERDI’ 9 A GIOVEDI’ 15 MAGGIO

IMG_3115
IMG_3115

Post Detail

#bologna @twiperbole @turismoer

Ogni  settimana i Musei Civici di Bologna propongono un ricco calendario di
appuntamenti,  per  svelare  le  loro  collezioni  e  raccontare aspetti ed
episodi  inediti e curiosi della storia della città, anche attraverso punti
di vista differenti e insoliti accostamenti fra le diverse collezioni.
Conferenze,  laboratori,  concerti, visite guidate, visite in lingua sono i
principali  “strumenti”  di questo racconto, che si dispiega lungo millenni
di  storia,  dai primi utensili in pietra di uomini vissuti 800.000 anni fa
ai  prodotti  dell’attuale  distretto industriale, dalla pittura alle varie
forme  dell’arte  moderna  e contemporanea, dalla musica alle grandi epopee
politiche e civili.

Di seguito gli appuntamenti in programma da venerdì 9 a giovedì 15 maggio.

IN EVIDENZA

domenica 11 maggio

ore 10-18.30 e ore 19/21: Museo della Musica – Strada Maggiore 34
Il  museo  della  Musica  della  Musica  compie  10  anni . Per festeggiare
ingresso  gratuito  per  tutto  il giorno e due repliche de “il ballo delle
Ingrate”
Per il ciclo BacktoBo. (Ri)torna a Bologna il grand tour della musica
“2004-2014 | 10 anni @ Museo della Musica. Back to the Museum”
Dalle ore 10 alle ore 18.30, giornata ad ingresso gratuito in occasione dei
10 anni di apertura del museo.
Alle  ore 19, e in replica alle ore 21, si svolgerà lo spettacolo “Il ballo
delle  ingrate”,  un  progetto  di  Ensemble  Coranto in collaborazione con
Progetto Somantica.
Ensemble Coranto è un progetto indipendente nato un anno fa da un gruppo di
giovani  musicisti  dei Conservatori di Parma e Modena e finanziato tramite
crowdfunding sulla piattaforma on line Produzioni dal Basso.
“Il  Ballo  delle  Ingrate”  è  un  madrigale  contenuto  nei canti amorosi
dell’Ottavo libro di Claudio Monteverdi e messo in scena a Mantova nel 1608
per  il matrimonio di Francesco Gonzaga e Margherita di Savoia. L’opera, su
libretto  di  Ottavio  Rinuccini  (di  cui  è conservato un esemplare nella
biblioteca  del  Museo  della  Musica),  alterna  parti  cantate  ad azioni
coreografiche,   ricalcando  il  modello  del  ballet  mélodramatique,  una
tipologia  particolare  di  ballet  de cour, forma di intrattenimento molto
popolare tra le corti d’oltralpe e del nord Italia nel XVI e XVII secolo.
Nel  nuovo  allestimento  di  Ensemble  Coranto  all’adattamento  in  stile
contemporaneo  del ballo si affianca il rispetto della prassi esecutiva sia
strumentale che vocale.
Ma  ciò  che rende straordinario questo progetto è che il Ballo verrà messo
in  scena  –  in  prima assoluta – nelle sale del museo, in un connubio tra
arte, musica e danza e stupor scenografico assolutamente unico.
Quale migliore regalo di compleanno per i 10 anni del museo?
Ingresso al museo: gratuito
Ingresso   allo  spettacolo:  gratuito  con  prenotazione  obbligatoria  su
www.museomusicabologna.it

PER I BAMBINI

sabato 10 maggio

ore 10 e ore 11.15: Museo della Musica – Strada Maggiore 34
Per il ciclo The best of
“Mamamusica II” (I incontro)
Laboratorio in 5 incontri per bambini da 0 a 36 mesi e genitori.
Alle  ore 10 per bambini da 0 a 18 mesi; alle ore 11.15 per bambini da 25 a
36 mesi.
Un progetto di Chiara Bartolotta in collaborazione con Linda Tesauro e Luca
Bernard (Museo della Musica).
Un  cerchio di mamme e papà all’interno del quale tanti piccoli esploratori
ai primi passi e provetti gattonatori si muoveranno e vocalizzeranno con la
conduzione esperta di educatori e musicisti.
Prenotazione          obbligatoria          solo          online         su
www.museomusicabologna.it/bambini.htm
Ingresso: € 4,00 a partecipante
Info: www.museomusicabologna.it

giovedì 15 maggio

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
ore 17:“Speciale Manifattura delle Arti. Pittura En plein air”
Laboratorio per bambini da 6 a 11 anni e genitori.
Un  pomeriggio  speciale  da  trascorrere  con i propri figli nel parco del
Cavaticcio   per   rivivere  l’atmosfera  degli  artisti  impressionisti  e
dipingere en plein air, catturando colori e impressioni sulle proprie tele.
Prenotazione     obbligatoria     allo     051     6496628     oppure     a
mamboedu@comune.bologna.it.
Ingresso: € 5,00 a partecipante
Info: www.mambo-bologna.org
ore 17:“Leggi le impronte”
Workshop  per  bambini  da  6 a 11 anni, a cura di Francesca Grilli e Guido
Rossetti  in collaborazione con Dipartimento educativo MAMbo. Assistente al
laboratorio Marion Joanna Penot.
Il Dipartimento educativo promuove uno speciale workshop per bambini su due
appuntamenti (prossimo appuntamento giovedì 29 maggio).
Il  percorso  si  concentrerà  sulla  lettura del corpo attraverso le linee
della  mano.  Dopo  una  prima  sperimentazione con il colore, i bambini si
divertiranno   a  scoprire  nuove  modalità  per  lasciare  traccia  di  sé
attraverso  un’inedita  mappatura  emotiva  della  mano, dove segni e forme
diventano   espressione  del  proprio  sentire.  Nel  secondo  incontro,  i
partecipanti  saranno  liberi  di  interpretare  la  mano  e  le sue linee,
attraverso  un  personale  e incondizionato racconto, a metà tra il reale e
l’immaginato.
Il  workshop  nasce  dalla  ricerca  artistica  di  Francesca  Grilli sulla
sperimentazione  di  alcune  tecniche  di lettura del corpo, indagine volta
alla  realizzazione  di  un’opera  video  s ulla Casa di Riposo per Artisti
Lydia  Borelli. Il lavoro sarà esposto all’interno della mostra organizzata
dalla  Fondazione del Monte presso la sua sede in Via delle Donzelle a fine
ottobre 2014.
Prenotazione     obbligatoria     allo     051     6496628     oppure     a
mamboedu@comune.bologna.it.
Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org

GLI ALTRI APPUNTAMENTI

sabato 10 maggio

ore 21: Museo Davia Bargellini – Strada Maggiore 44
“La  pazienza  è  la  virtù  dei  santi.  Quattro celebri santi in una gara
‘all’ultimo martirio’”
Visita guidata animata a cura de “La Cattiva Compagnia”.
Chi  è  stato  il  “santo  più  bravo”? Quale martirio è il migliore? Quale
quello di maggior valore?
San  Sebastiano,  Santa Caterina, Sant’Agnese e San Lorenzo usciranno dalle
loro   cornici  per  sfidarsi  in  una  sorta  di  “gara  al  martirio  più
importante”.
Il  pubblico  sarà  osservatore  e  giudice.  Ad  aiutare  il  racconto  ci
penseranno  una  coppia  di  muti  circensi,  i  suonatori,  un poeta. Sarà
un’occasione per imparare qualcosa di più sui santi raffigurati, sulle loro
vite, sulle loro fragilità di uomini, sempre in modo originale e leggero, e
sempre  accompagnati  dalla  seria  guida,  dallo svogliato custode e dalla
musica suonata dal vivo.
Ingresso: gratuito
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici/

domenica 11 maggio

ore 10: Cimitero della Certosa – via della Certosa 18
“Angelo Venturoli – Un universo di relazioni”
Visita guidata con Roberto Martorelli, Museo del Risorgimento.
Un  percorso che, attraverso i monumenti e le grandiose sale della Certosa,
porterà  a  scoprire  alcune delle persone che hanno operato con il celebre
architetto.
Artisti,  intellettuali,  nobiluomini  saranno  lo specchio di un raffinato
momento della storia locale.
Appuntamento presso l’ingresso principale della Certosa (Chiesa).
Ingresso: gratuito
Info: www.museibologna.it/risorgimento

ore 16: Museo Medievale – via Manzoni 4
In  occasione  della  mostra Impressioni bizantine. Salonicco attraverso le
immagini   fotografiche   e  i  disegni  della  British  School  at  Athens
(1888-1910)
Laboratorio  per  bambini  da  3  a  5  anni  con Federica Pannuti e Chiara
Barbapiccola, Università di Bologna.
Partendo  dalle opere esposte in mostra, i bambini realizzeranno un piccolo
mosaico attraverso materiali e tecniche misti.
Ingresso: € 4,00 (gratuito per un accompagnatore adulto)
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici/

ore 17: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
“Visita guidata alla Collezione permanente MAMbo”
Una  visita  guidata alla Collezione Permanente per avvicinarsi alla storia
dell’arte  italiana,  dalla  metà  degli  anni Cinquanta a oggi, attraverso
l’attività dell’ex Galleria d’Arte Moderna di Bologna.
Prenotazione     obbligatoria     allo    051    6496628/611    oppure    a
mamboedu@comune.bologna.it
Ingresso:  € 4,00 + biglietto museo (€ 6,00 intero / € 4,00 ridotto) (per i
convenzionati: € 3,00 + € 4,00 per l’ingresso in museo)
Info: www.mambo-bologna.org

giovedì 15 maggio

ore  17.30: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna (Sala Conferenze) – via
Don Minzoni 14
Per il ciclo Anniversari
“Il mondo perduto di Giorgio Morandi”
Incontro con Marco A. Bazzocchi e Francesco M. Cataluccio.
Nell’ambito  di  “Anniversari”, un breve ciclo di incontri che prendendo lo
spunto  da  ricorrenze  molto  eterogenee offre l’occasione di approfondire
argomenti  collegati  alle  collezioni  e alla programmazione culturale del
museo,  Marco A. Bazzocchi (docente di Letteratura italiana contemporanea e
di Letteratura dell’età romantica all’Università di Bologna) e Francesco M.
Cataluccio  (scrittore  e  giornalista)  dialogano  su  Giorgio Morandi nel
cinquantesimo anniversario dalla sua morte.
Introduce Gianfranco Maraniello, direttore dell’Istituzione Bologna Musei.
Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org

MOSTRE

Museo Medievale – via Manzoni 4
“Impressioni  bizantine.  Salonicco attraverso le immagini fotografiche e i
disegni  della  British School at Athens (1888-1910)”, fino al 28 settembre
2014
La  mostra,  a  cura dell’Area Arte antica dell’Istituzione Bologna Musei e
del Dipartimento di Storia Culture e Civiltà dell’Università di Bologna, in
collaborazione con l’Università di Salonicco, La British School at Athens e
l’Associazione  Culturale  Italo-Britannica di Bologna, propone uno sguardo
sulla  città di Salonicco tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, con le
inconfondibili  prospettive  su  mura,  chiese,  mosaici,  arredi  marmorei
bizantini.
Curata  da Isabella Baldini, la mostra espone fotografie e illustrazioni di
Salonicco  eseguite  dagli  architetti inglesi Robert Weir Schultz e Sidney
Howard  Barnsley, che visitarono la città nel 1888 e nel 1890 per motivi di
studio, influenzati dal celebre movimento artistico “Arts and Crafts”.
Agli inizi del XX secolo il loro lavoro fu continuato dagli allievi inglesi
Walter  S.  George e William Harvey, che, grazie alla collaborazione con le
autorità  turche e ai finanziamenti del “Byzantine Research and Publication
Fund”,  poterono  arricchire  notevolmente  la documentazione già raccolta:
l’insieme  del  materiale  costituisce una sezione importante nell’archivio
della  British  School  at  Athens, per la prima volta mostrata al pubblico
italiano.
Il  percorso espositivo si compone di un itinerario attraverso i principali
monumenti  bizantini di Salonicco: l’arco di Galerio, la Rotonda, le chiese
della  Acheiropoietos,  di  San  Demetrio  e  di Santa Sofia. Alle immagini
fotografiche  si  accompagnano alcuni oggetti rari – bizantini e ottomani –
delle  collezioni  del  Museo  Civico  Medievale di Bologna: avori, icone e
manufatti in metallo.
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici/

Museo Davia Bargellini – Strada Maggiore 44
“Cosa  ti  sei  messo  in  testa? La collezione di cappelli del Museo Davia
Bargellini”, fino al 20 luglio 2014
La  mostra,  a cura dell’Area Arte antica dell’Istituzione Bologna Musei, è
dedicata  alla  collezione di cappelli conservati nella Sezione tessile del
Museo Davia Bargellini.
Vengono esposti trenta copricapi da uomo, donna e bambino (databili tra gli
anni  ’20  e ’80 del Novecento), attraverso i quali raccontare l’evoluzione
di  un  oggetto per secoli considerato indispensabile nell’abbigliamento ed
il  cui uso è andato ridimensionandosi solo nel corso degli ultimi decenni.
Tuttavia  la  rinnovata  attenzione  della moda per un accessorio versatile
come  il  cappello  è testimoniata oggi non solo da quanto si è visto nelle
recenti  sfilate  in passerella, ma anche dalle numerose esposizioni che si
sono susseguite negli ultimi mesi.
La  fantasia delle fogge e la qualità artigianale dell’esecuzione di questi
straordinari   accessori   esposti  in  museo  evidenziano  l’alto  livello
raggiunto  dalle  modisterie  bolognesi,  in  grado  di  seguire  le novità
proposte  nelle  città  che  per tutto il Novecento condizionarono la moda:
Parigi, Londra, Roma e Milano. In mostra i cappelli sono esposti accanto ad
abiti  di  sartoria, scelti per rappresentare al meglio il gusto e le linee
di ogni decennio.
Il percorso espositivo è arricchito dalla presenza di un raffinato apparato
didattico  dedicato  alla  storia  del  cappello nel Novecento, interamente
curato  dalle  allieve  della  scuola per modellisti e stilisti Secoli Next
Fashion  School  di  Bologna; narrazione e immagini si intrecciano, così da
ricreare il contesto originario degli oggetti esposti.
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici/

Museo Archeologico – via dell’Archiginnasio 2
“SPORT. Figure e parole dai libri per ragazzi”, fino al 9 maggio 2014
La  mostra,  a cura di Cooperativa Culturale Giannino Stoppani in occasione
della Fiera del Libro per Ragazzi, presenta una selezione internazionale di
libri  dedicati  a  bambini e ragazzi, una biblioteca ideale di storie e di
figure  che arrivano dal mondo dello sport. Alle pareti le illustrazioni di
grandi  che  dal mondo hanno interpretato i vari sport, li hanno raccontati
attraverso  le  figure.  Dal  calcio  di  André Letria a quello di Maurizio
Quarello  e  Federico  Maggioni  alle  foto del brasiliano Caio Vilela, dal
baseball di J.P.Pyne a quello di Rebecca Gibbon, dal golf di Zachary Pullen
alla  boxe  di  Sophie Blackall, al basket di Kadie Nelson. Figure unite da
parole   che  esaltano  l’idea  di  gruppo,  di  lealtà,  di  incontro,  di
condivisione,  di  scelta,  di  riscatto. Storie di finzione e storie della
realtà, biografie di figure mitiche e invenzioni letterarie.
E  poi  lo sport nella storia, nel mondo antico. Grazie alla collaborazione
con  il Museo Civico Archeologico di Bologna ed alle numerose testimonianze
archeologiche  che  permettono  di  comprendere  l’origine  delle  pratiche
sportive,  la  loro  diffusione,  il  loro valore sociale ed educativo e di
scoprire i loro collegamenti con le discipline moderne.
Info: www.museibologna.it/archeologico

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
“Rachel Whiteread. Study for Room”, fino all’8 giugno 2014
In  occasione  del  cinquantesimo  anniversario  dalla scomparsa di Giorgio
Morandi,  il MAMbo presenta un progetto espositivo di Rachel Whiteread, con
una  serie  di  lavori  ambientati negli spazi del Museo Morandi. L’artista
britannica dichiara esplicitamente il suo interesse verso Morandi, al quale
è  accomunata  dall’attenzione  per  gli  spazi  intimi  e  gli oggetti del
quotidiano.
Rachel  Whiteread  presenta  una selezione di opere che va dal 1991 al 2010
oltre  a due nuovi lavori di piccolo formato realizzati per l’occasione che
ben  si  inseriscono negli ambienti del Museo Morandi. Durante la mostra il
Museo  modifica  il  proprio percorso anche per consentire l’esposizione di
cinque  nuove  opere  dell’artista  bolognese, collocabili tra il 1950 e il
1957 e concesse in prestito temporaneo da collezionisti privati.
Info: www.mambo-bologna.org

Museo del Patrimonio Industriale – via della Beverara 123
“Giordani:  costruire giocattoli. Auto, carrozzine, biciclette per bambini,
1915-1961”, fino al 31 maggio 2014
Per  cinque  generazioni,  dal  1875  al 1984, la famiglia Giordani ha dato
vita, con impegno e passione, ad una ditta che, dall’originaria lavorazione
del  ferro,  si  è  specializzata nella produzione di giocattoli sportivi e
carrozzine.  Questa  “fabbrica della felicità” al servizio delle famiglie e
dei  bambini  ha  lasciato  un segno indelebile nel loro immaginario ed una
fama   che   ancora  sopravvive,  tanto  da  rendere  oggi  quegli  oggetti
particolarmente  ambiti  nel  mercato del modernariato e del collezionismo.
Gli  anni  compresi  tra  la  stampa  del  primo  catalogo, nel 1915, ed il
trasferimento  dell’Azienda da Bologna al nuovo stabilimento di Casalecchio
di   Reno,  nel  1961,  dove  regnerà  la  produzione  in  plastica,  hanno
rappresentato l’epoca pionieristica del giocattolo, costruito all’inizio in
ferro  e  legno  e  poi  in  lamiera  stampata, durante la quale il marchio
Giordani   si   è   accreditato   dapprima  in  Italia,  quindi  in  ambito
internazionale.
L’apporto  dei  collezionisti del settore ha reso disponibili 37 giocattoli
tra  i più rappresentativi della produzione Giordani, alcuni dei quali rari
o  particolari,  costruiti  in  ferro,  legno e lamiera stampata: tricicli,
biciclette  con  e  senza  ruotine,  ciclo  side-car,  automobili a pedali,
automobile  elettrica,  reattore,  autoareoplano, ciclopattino, carrettino,
carrozzine per bambino e per bambola.
Oltre 400 immagini di Cataloghi e foto d’epoca sono visibili in 5 visori ed
una videoproiezione.
Info: www.comune.bologna.it/patrimonioindustriale

L’Istituzione  Bologna Musei è il rinnovato assetto istituzionale dei Musei
civici  bolognesi, che si pone l’obiettivo della razionalizzare dei servizi
e  dell’inquadramento  di  un  notevole patrimonio in un progetto culturale
rinnovato  e coerente. Il modello che viene proposto è quello di un sistema
culturale  policentrico,  fortemente  coordinato,  in  cui  le  specificità
museali   esprimono  una  chiara  identità  e  un  determinato  settore  di
intervento, proponendosi come punti di riferimento e come presidi culturali
allargati al territorio.
I  Musei  civici,  con le loro competenze e le loro attività, hanno infatti
saputo nel tempo accreditarsi come attori essenziali dell’offerta culturale
della   città,   soprattutto   in  riferimento  alla  salvaguardia  e  alla
valorizzazione  di parti del patrimonio. Con l’articolata realtà delle loro
collezioni  sono infatti in grado di documentare l’intera storia di Bologna
e  del  suo  territorio,  dai  primi  insediamenti  preistorici  fino  alle
dinamiche    economiche   e   produttive   della   società   contemporanea.
Parallelamente   sono   documentati   aspetti   importanti  dello  sviluppo
culturale,  artistico,  scientifico  e  tecnologico  del nostro territorio:
dalla  stagione  del  collezionismo  erudito  del XV e XVIII secolo sino ai
prodotti  più  significativi  del distretto industriale meccanico, passando
attraverso le suggestioni dell’arte moderna e contemporanea.
Fanno parte dell’Istituzione Bologna Musei: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di
Bologna,  Museo  Morandi,  Casa  Morandi,  Villa  delle  Rose, Museo per la
Memoria  di  Ustica,  Museo  Civico  Archeologico,  Museo Civico Medievale,
Collezioni  Comunali  d’Arte,  Museo  Civico  d’Arte Industriale e Galleria
Davia  Bargellini, Museo del Patrimonio Industriale, Museo e Biblioteca del
Risorgimento, Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna.

INDIRIZZI E RECAPITI

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e Museo Morandi
via Don Minzoni 14
tel. 051 6496611
aperto:  martedì, mercoledì e venerdì: ore 12-18; giovedì, sabato, domenica
e festivi: ore 12-20

Casa Morandi
via Fondazza 36
tel. 051 6496611
aperto: su prenotazione

Villa delle Rose
via Saragozza 228/230
tel. 051 436818 – 6496611
aperto: in occasione di eventi espositivi

Museo per la Memoria di Ustica
via di Saliceto 3/22 (ex magazzini ATC)
tel. 051 377680
aperto: venerdì, sabato e domenica: ore 10-18

Museo Civico Archeologico
via dell’Archiginnasio 2
tel. 051 2757211
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore  9-15;  sabato,  domenica e festivi: ore
10-18.30

Museo Civico Medievale
via Manzoni 4
tel. 051 2193930 – 2193916
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore  9-15;  sabato,  domenica e festivi: ore
10-18.30

Collezioni Comunali d’Arte
Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore 6
tel. 051 2193998
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore 9-18.30; sabato, domenica e festivi: ore
10-18.30

Museo Civico d’Arte Industriale e Galleria Davia Bargellini
Strada Maggiore 44
tel. 051 236708
aperto: martedì – sabato: ore 9-14; domenica e festivi: ore 9-13

Museo Internazionale e Biblioteca della Musica
Strada Maggiore 34
tel. 051 2757711
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore 9.30-16; sabato, domenica e festivi: ore
10-18.30

Museo del Patrimonio Industriale
via della Beverara 123
tel. 051 6356611
aperto:  martedì  –  venerdì: ore 9-13; sabato: ore 9-13 e 15-18; domenica:
ore 15-18

Museo Civico del Risorgimento
Piazza Carducci 5
tel. 051 347592
aperto: martedì – domenica: ore 9-13

Tags

Author

Related Posts

©2014 bolognachannel.tv