Post Date : 15 gennaio 2014

I documentari di INTERNAZIONALE arrivano a BOLOGNA

FIRE IN THE BLOOD_3
FIRE IN THE BLOOD_3

Post Detail

#bologna #internazionale @internazionale @twiperbole @turismoer #mondovisioni @mondovisioni @sferacubica @kinodromo @locomotivclub @medicisenzafrontiere #sferacubica

Nove recentissimi film su informazione, attualità internazionale e diritti umani Proiezioni da gennaio ad aprile 2014

Edizione 2013-2014

In collaborazione con CineAgenzia e Medici Senza Frontiere con il patrocinio del Comune di Bologna – Quartiere Saragozza Sponsored by EMIL BANCA

Hosted by Cinema Europa

Dopo una grande partecipazione cittadina nel 2013, torna a Bologna la rassegna dei documentari di Internazionale, MONDOVISIONI, grazie alla rinnovata collaborazione tra Kinodromo, Sfera Cubica e Locomotiv club che per il secondo anno portano in città 8 tra i documentari più interessanti della scena mondiale, in collaborazione con CineAgenzia e Medici Senza Frontiere. Oltre ai documentari della nota rivista, sarà proiettato in anteprima anche Msf (un)limited, il documentario che ripercorre, senza retorica e ipocrisie, la storia di Medici Senza Frontiere, la più grande organizzazione umanitaria indipendente di soccorso medico, da sempre impegnata in contesti di conflitto, catastrofe naturale e violenza.

Le proiezioni si terranno dal 21 gennaio al 29 aprile 2014, con cadenza bisettimanale, presso il Kinodromo – Cinema Europa (via Pietralata 55/A) e saranno un’importante momento per delineare un’immagine stratificata di quello che intendiamo per attualità, una sovrimpressione di istantanee del presente, ombre del passato, visioni del futuro su temi come privacy online, violenza di genere, aiuti umanitari, crisi economica, religione e omofobia, clandestinità, brevetti su farmaci salvavita e assistenza sanitaria, ineguaglianza.

Main sponsor della rassegna è Emil Banca, banca di credito cooperativo da oltre un secolo al servizio dello sviluppo equo e

sostenibile, sia sui propri territori di competenza (Bologna, Modena e Ferrara) sia nelle aree più povere del Sud del Mondo dove, da anni, è impegnata in campagne di solidarietà. Oltre che sostenerne la realizzazione, Emil Banca si impegna a promuovere Mondovisioni regalando ai propri soci e clienti 10 biglietti omaggio per ogni proiezione ai primi che ne faranno richiesta sulla pagina Facebook della banca.

(Per ragioni organizzative le prenotazioni devono arrivare a www.facebook.com/EmilBancaBcc entro le 13 del venerdì precedente la proiezione).

page2image15904

GLI ORGANIZZATORI, I PARTNER e IL PATROCINIO DEL QUARTIERE

La collaborazione tra Kinodromo, Sfera Cubica e Locomotiv si è rivelata vincente e creativa ed è proprio per questo che si è deciso di allargare sempre di più la rete cittadina grazie alla quale Mondovisioni trova spazio in città. Tre realtà diverse e unite: il progetto Kinodromo@Europa Cinema nato nel 2012 per proporre agli spettatori una programmazione cinematografica nuova, film d’autore, cinema di qualità, sia su scala internazionale che locale, circuito indipendente europeo e documentari; Sfera Cubica, la cooperativa nata dall’incontro di alcuni professionisti del settore culturale e realtà creativa e dinamica nell’ambito di produzione, comunicazione e organizzazione eventi; Locomotiv Club, dal 2007 tra i live club più importanti di Bologna sulla scena contemporanea e anche etichetta discografia, laboratorio video e studio di registrazione.

In primis, ci si è rivolti al Comune di Bologna che, grazie al Quartiere Saragozza nella persona del Presidente Roberto Fattori (e all’Assessore Matteo Lepore) ha sostenuto fin da subito l’iniziativa.
Tanti i partner di quest’anno, molti dei quali aiuteranno l’organizzazione a contestualizzare sul territorio i temi delicati e spesso molto intricati di alcuni documentari, grazie alla loro esperienza sul territorio e ai loro approfondimenti. Tra di essi, vi segnaliamo: Radio Città del Capo, Amnesty International, Gender Bender, Anlaids, Kilowatt, Terra di Tutti Film Festival, GVC – Gruppo di Volontariato Civile, Yoda, Namaste India, AIFO, NoiNo.org, Casa delle Donne, Scambi europei, Civico 32 e tanti altri.


MONDOVISIONI / CALENDARIO Martedì 21 gennaio / God Loves Uganda

In collaborazione con Gender Bender

Lunedì 3 febbraio / Terms and conditions may apply In collaborazione con Kilowatt

Martedì 18 febbraio / Fire in the Blood
In collaborazione con Anlaids Emilia Romagna

Lunedì 3 marzo / (Un)limited
In collaborazione con Medici Senza Frontiere

Mercoledì 5 marzo / Fatal Assistance
In collaborazione con GVC – Gruppo di Volontariato Civile

Martedì 18 marzo / When Bubbles Burst
In collaborazione con Terra di Tutti film Festival

Martedì 1 aprile / Marta’s suitcase
In collaborazione con NoiNo.Org e Casa delle Donne

Martedì 15 aprile / The Defector: Escape from North Korea In collaborazione con Yoda

Lunedì 28 aprile / Powerless
In collaborazione con Namaste India

MONDOVISIONI / TEMI DEI DOCUMENTARI

Pensando ai protagonisti dei documentari della nuova edizione di Mondovisioni, solo i missionari evangelici in Africa di God loves Uganda attraversano tutto il film senza che li scalfigga un minimo dubbio, nel loro caso quello che la propaganda ultrareligiosa e omofoba, in un paese così fragile, faccia più danni che carità. Altrimenti tutti gli altri titoli in programma affrontano in forme e contesti diversi un’esperienza così tipica dei nostri tempi: smettere di credere (troppo) a qualcosa o qualcuno. Ai leader di un regime come quello nordcoreano ad esempio, dal quale fuggono i migranti clandestini di The defector; o ai consulenti finanziari cui gli abitanti dell’amena cittadina di Vik in Norvegia hanno affidato tasse e risparmi, che When bubbles burst cerca di capire che fine abbiano fatto. Gli haitiani sopravvissuti al devastante terremoto del 2010 ne hanno abbastanza delle fallimentari promesse di agenzie internazionali e Ong, visto che come denuncia Fatal assistance l’intero sistema degli aiuti umanitari è da rifondare; e noi faremmo meglio a dubitare, come confermato dalle rivelazioni di Edward Snowden, che tutti quei servizi on- line, applicazioni e siti web non ci costino davvero nulla… se non la rinuncia alla privacy, come scritto nelle “righe in piccolo” finalmente lette davvero in Terms and conditions may apply. La protagonista di Marta’s suitcase ha dovuto smettere di credere nella persona che amava, perché è stato proprio quell’uomo a ridurla in fin di vita e ancora la terrorizza, in un caso drammaticamente esemplare e attuale di violenza di genere. Ma proprio come per Marta che lotta per tornare a vivere e uscire sicura di casa, l’importante è che arrivi il momento di fare i conti con quello che certe esperienze insegnano. E come alle catastrofi naturali ed economiche, ai dogmi di una fede o una tecnologia, ai drammi della storia e a quelli privati, così si può reagire alle ingiustizie sociali: in Fire in the blood lo fa un disparato gruppo di coraggiosi attivisti contro il controllo mondiale dei brevetti sui farmaci salvavita, causa di milioni di morti per Aids nel terzo mondo; in Powerless sono invece gli spericolati pirati dell’elettricità indiani a schierarsi a modo loro contro l’ineguaglianza, armati solo di un paio di pinze, per un mondo dove ci sia un po’ più luce, giustizia e speranza per tutti.


MONDOVISIONI / SCHEDE FILM

Martedì 21 gennaio

GOD LOVES UGANDA

di Roger Ross Williams
Stati Uniti, 2013, 83 minuti Inglese e swahili con sottotitoli italiani In collaborazione con Gender Bender

In Uganda i missionari evangelici americani sono noti tanto per la creazione di scuole e ospedali come per la promozione dell’intolleranza religiosa e di campagne contro i “peccati sessuali”, arrivate a ispirare una proposta di legge senza precedenti per rendere l’omosessualità passibile di pena capitale. Fede e avidità, estasi religiosa ed egocentrismo, sono le conflittuali ragioni che muovono i politici ugandesi, i leader evangelici e gli entusiasti soldati semplici di una teologia che vede nell’Uganda l’avvio di una battaglia per la conquista di miliardi di anime. Sconvolgente e illuminante, con un accesso

senza precedenti al movimento, God Loves Uganda conduce alla scoperta dei due fronti del fondamentalismo cristiano, negli Stati Uniti e in Africa.

Web: godlovesuganda.com
Trailer: youtu.be/_x3PTLQRQbA
Festival: Sundance Film Festival, HotDocs, DOXA, Full Frame

Lunedì 3 febbraio

TERMS AND CONDITIONS MAY APPLY

di Cullen Hoback
Stati Uniti, 2013, 79 minuti Inglese con sottotitoli italiani In collaborazione con Kilowatt

Nessuno legge davvero termini e condizioni di ogni sito web che visitiamo, servizio telefonico che utilizziamo o applicazione che scarichiamo. Questa esplorazione di quanto si nasconde tra quelle righe, con esempi affascinanti, casi esilaranti e prove terrificanti, svela ciò che governi e corporation stanno facendo con le nostre informazioni “personali”. Qualsiasi siano le impostazioni di privacy, i dati vengono raccolti e i comportamenti on-line monitorati, rendendo più che mai incerto il futuro delle libertà civili, come confermato dalle rivelazioni di Edward

Snowden sulla NSA. L’inchiesta di Hoback dimostra come ognuno di noi, clic dopo clic, abbia progressivamente accettato uno stato di sorveglianza costante.

Web: tacma.net
Trailer: youtu.be/vEO9iLWBWvw
Festival: Slamdance, HotDocs Toronto, Seattle

page6image19832 page6image19992 page6image20472 page6image20632

Martedì 18 febbraio

FIRE IN THE BLOOD

di Dylan Mohan Gray
Regno Unito/India, 2013, 84 minuti
Inglese, hindi, manipuri e xhosa con sottotitoli italiani In collaborazione con Anlaids

Un’intricata vicenda di medicina, monopolio e accanimento in nome del profitto, nel racconto di come le multinazionali farmaceutiche e i governi occidentali hanno impedito l’accesso ai medicinali contro l’AIDS nel sud del mondo, causando più di dieci milioni di morti evitabili, e del composito gruppo di persone che decisero di passare al contrattacco. Girato in quattro continenti

con testimonianze di personalità e coraggiosi attivisti, Fire in the Blood è la storia di una straordinaria alleanza formata per fermare il “crimine del secolo” e salvare milioni di vite. Ma alle vittorie passate sono seguite reazioni e battute d’arresto di cui la pubblica opinione è rimasta all’oscuro: la battaglia per l’accesso globale ai medicinali salvavita è ancora agli inizi.

Web: fireintheblood.com
Trailer: youtu.be/eVf2UUu_w4o
Festival: Sundance, Thessaloniki, DOXA Vancouver, New Zealand, Helsinki

Lunedì 3 marzo

MSF (UNLIMITED)

di Peter Casaer
Belgio | 2011 | 53 minuti
In collaborazione con Medici Senza Frontiere

page7image13088 page7image13248

MSF (UN)limited è un documentario realizzato in occasione dei 40 anni della fondazione di Medici Senza Frontiere. Racconta la storia dell’azione umanitaria, raccoglie testimonianze personali sulle sfide e i limiti degli interventi, sull’evoluzione degli approcci medici e la necessità di essere realmente indipendenti; sull’importanza della testimonianza, sui dilemmi e i compromessi incontrati e sulle nuove sfide che la più grande organizzazione umanitaria indipendente di soccorso medico si appresta a raccogliere.

Web: www.medicisenzafrontiere.it
Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=jB05ujx8XZo

page7image18920

Mercoledì 5 marzo

FATAL ASSISTANCE

di Raoul Peck Francia/Haiti/Usa/Belgio, 2012, 99 minuti
Francese, inglese e creolo con sottotitoli italiani
In collaborazione con GVC – Gruppo di Volontariato Civile Onlus

Un viaggio ad Haiti tra i contraddittori e colossali sforzi della ricostruzione post-terremoto del 2010. Il film rappresenta un atto d’accusa all’idealismo con cui la comunità internazionale ha reagito alla catastrofe, e ricorda come gran parte del denaro promesso non sia mai stato sborsato, ne servito alla ricostruzione. Questo gigantesco baccanale ha visto protagonisti le agenzie e le ONG internazionali, l’ex-

presidente Bill Clinton e l’immancabile star hollywoodiana. Fatal Assistance affronta la complessità del processo di ricostruzione e l’impatto degli aiuti per lo sviluppo, rivelando l’entità del loro generale fallimento e indicando l’unica possibile conseguenza: la fine immediata delle attuali pratiche e politiche di aiuto umanitario.

Trailer: youtu.be/XDaF7pdZxhs
Festival: Sundance, Berlinale, HotDocs Toronto, San Francisco, Sydney, Human Rights Watch FF New York

Martedì 18 Marzo

WHEN BUBBLES BURST

di Hans Petter Moland
Norvegia, 2012, 92 minuti Norvegese e inglese con sottotitoli italiani In collaborazione con Terra di Tutti Film Festival

page8image13272

In una economia globalizzata è sempre più difficile per nazioni, società e individui proteggersi dalla volatilità finanziaria. Ma cosa genera bolle imprevedibili e catastrofici collassi? La cittadina norvegese di Vik rappresenta un esempio delle conseguenze della crisi: questo idilliaco e benestante villaggio di 2800 anime è stato risucchiato in investimenti troppo

complicati, rischiando la bancarotta. Parte da lì questo percorso alla scoperta del funzionamento nascosto dell’economia globale,

accompagnato da premi Nobel, economisti di fama, broker finanziari internazionali e dai cittadini di Vik, che traccia illuminanti paralleli storici per capire meglio la crisi attuale e immaginare tendenze e alternative future.

Trailer: youtu.be/uI5EFAhNEKU
Festival: AFI Silverdocs Washington, DOK Leipzig, CPH:DOX Copenaghen, One World Praga, DOXA Vancouver

page8image21400

Martedì 1 aprile

MARTA’S SUITCASE

di Günter Schwaiger Austria/Spagna, 2013, 76 minuti Spagnolo e tedesco con sottotitoli italiani
In collaborazione con NoiNo.org e Casa delle Donne

Marta è una donna spagnola, anni addietro ha subito una brutale aggressione da parte dell’ex-marito, rischiando la vita. Il suo carnefice sta per uscire di prigione, lei è certa ci riproverà, e nella casa dove si nasconde combatte quotidianamente contro il trauma e la paura. Harald è uno psicoterapeuta dell’associazione Männerwelten di Salisburgo, che offre aiuto agli uomini violenti per cambiare il loro comportamento e analizzarne le possibili cause. La testimonianza di uno di loro ci conduce nel profondo dei suoi istinti. Tra paesi

diversi come Austria e Spagna, a dimostrare l’universalità del problema, il film racconta con casi reali la sofferenza e la lotta delle donne vittime di violenza domestica e il lavoro e le motivazioni di chi si impegna per prevenirla.

Web: mosolov-p.com
Trailer: youtu.be/ixNOSMcwvq0
Festival: DocumentaMadrid, Human Rights Film Festival Barcelona, International Women Film Festival Vienna, Hofer Filmtage

Martedì 15 aprile

THE DEFECTOR: ESCAPE FROM NORTH KOREA

di Ann Shin
Canada, 2012, 71 minuti
Coreano, inglese, cinese e thai con sottotitoli italiani In collaborazione con Yoda

page9image13808 page9image13968

Dragon è lo pseudonimo di un trafficante di disertori nord-coreani in fuga attraverso Cina, Laos e infine la Thailandia, dove possono finalmente chiedere asilo. Il suo più recente viaggio prende una piega inattesa quando il gruppo resta bloccato in Cina, mettendo a rischio il complicato piano. La loro esperienza rispecchia la realtà di decine di migliaia di nord coreani attualmente in clandestinità in territorio cinese, braccati dalle spie di Pyongyang e dagli agenti di Pechino. Viaggiando con loro e filmando in incognito, la regista coreana-canadese Ann Shin accede a una relazione

intima con i suoi protagonisti, e partendo dalle testimonianze delle condizioni di vita sotto il regime nordcoreano affronta questioni universali su diritti umani e ricerca della libertà.

Web: thedefectormovie.com
Trailer: youtu.be/54qg-NuT6c8
Festival: IDFA Amsterdam, SXSW Austin, HotDocs Toronto, Sheffield Doc/Fest

page9image22352 page9image22512

Martedì 29 aprile

POWERLESS

di Deepti Kakkar e Fahad Mustafa India, 2013, 80 minuti
Inglese e hindi con sottotitoli italiani
In collaborazione con Namaste India e AIFO

Un elettricista di Kanpur in India è noto per la sua destrezza nel rubare la corrente elettrica per fornirla ai sobborghi più poveri. Sfidando scosse e blackout gestisce i precari allacciamenti illegali in modo che case, laboratori e negozi possano funzionare. L’amministrazione cittadina rinnova il giro di vite contro la pratica, ma scatena rabbia e proteste. Il caso di Kanpur, capitale indiana delle concerie, è specchio del dissesto di un paese in cui un terzo della popolazione resta priva dell’essenziale, e il resto è in balia delle

interruzioni di corrente, come quella epocale che nel 2012 lasciò al buio 600 milioni di persone. Powerless racconta in un’ottica inedita, con due splendidi protagonisti, i retroscena di una delle economie mondiali in più rapida crescita.

Web: powerless-film.com
Trailer: youtu.be/OE_Xanjgfmo
Festival: IDFA Amsterdam, Berlinale, Tribeca

Tags

Author

©2014 bolognachannel.tv