Post Date : 31 ottobre 2013

CANALE DI RENO, LAVORI DI MANUTENZIONE FINO AL 16 NOVEMBRE

canalereno
canalereno

Post Detail

#bologna #twiperbole #reno #canaledireno

Tutti  gli anni nel periodo autunnale viene programmato dal Consorzio della
Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno un periodo di ‘secca’ della rete
dei  canali  per  realizzare  i lavori di manutenzione: lungo l’asse Canale
Reno-Moline-Cavaticcio  sono  stati  attivati in questo periodo 11 cantieri
per mantenere in efficienza il sistema.
A questi interventi se ne è aggiunto quest’anno uno di maggiore complessità
sulla struttura di copertura del tratto del Canale di Reno posto tra la via
San Felice e la via delle Lame.
Poiché  l’intervento  comporta  l’ingresso  nel  canale  di  persone, mezzi
operativi  e  materiali, necessariamente doveva essere eseguito nel periodo
di ‘secca’. Si è quindi deciso, in accordo con il Consorzio della Chiusa di
Casalecchio e del Canale di Reno, di programmarlo a partire dal 19 ottobre,
contestualmente  con  la ‘secca’ già programmata, che per questo quest’anno
si protrarrà per ulteriori due settimane fino al 16 novembre.

La  necessità  di  questo  intervento  era emersa sin dal 2010: le indagini
specialistiche  condotte  dall’Amministrazione comunale hanno messo in luce
l’esistenza  di  un  fenomeno  piuttosto  diffuso  di  deterioramento delle
strutture  portanti  e  la necessità di intervenire sulla soletta superiore
del  Canale  di  Reno  coperto.  In  particolare  il  problema coinvolge le
intersezioni  stradali  con la rotonda di piazza Azzarita e via delle Lame,
particolarmente interessate dal traffico veicolare.
La  complessità  dell’operazione  ha  indotto  l’Amministrazione comunale a
formulare  diverse ipotesi, tra le quali è stata scelta quella di procedere
attraverso  un  intervento  di  manutenzione  straordinaria  che preveda la
realizzazione  combinata  di  vani  per  l’aerazione,  puntelli  in acciaio
zincato e risanamento di alcuni tratti di copertura.

I  problemi  determinati  dall’assenza  di  deflusso  di  acqua  nei canali
consortili  ricadono  principalmente sul Canale Navile. Infatti, poiché non
ha  una  portata  naturale,  in  assenza  di  piogge e di una alimentazione
costante   tramite   il   reticolo  dei  canali,  le  acque  ristagnano  e,
specialmente  con  il  caldo,  danno  origine  a  fenomeni  fermentativi  e
putrefattivi  che  sono  causa  dei cattivi odori. Per limitare il disagio,
dalla mattina del 30 ottobre si sta alimentando il Canale Navile attraverso
la  derivazione dal torrente Savena, supplendo così all’assenza delle acque
del  Reno.  Quantitativamente  si tratta di una portata di poco inferiore a
quella estiva definita come ‘deflusso minimo’. Considerato questo apporto e
il  fatto  che  è prevista pioggia per tutto il prossimo fine settimana, il
problema dei cattivi odori dovrebbe sensibilmente attenuarsi.

Tags

Author

©2014 bolognachannel.tv