Post Date : 26 giugno 2013

ALL’ARENA PUCCINI RIFLETTORI SUL POTERE DELLA TV ROBERTO GRANDI PRESENTA NO – I GIORNI DELL’ARCOBALENO

No I giorni dell'arcobaleno_06_rid
No I giorni dell'arcobaleno_06_rid

Post Detail

#bologna #arenapuccini #cinetecabologna

Giovedì 27 giugno, il mass-mediologo dell’Università di Bologna introduce la pellicola sulla campagna referendaria che portò alla caduta della dittatura di Pinochet

 

Il potere della tv e delle idee, la comunicazione politica e una geniale idea che porterà alla libertà: giovedì 27 giugno alle ore 21.45, all’Arena Puccini di Bologna (via Sebastiano Serlio 25/2) il sociologo e mass-mediologo dell’Università di Bologna Roberto Grandi introduce la visione di No – I giorni dell’arcobaleno, il film di Pablo Larrain sul referendum popolare che nel 1988 diede fine alla dittatura di Pinochet in Cile, vincitore della Quinzane des réalisateurs al Festival di Cannes del 2012.

 

Dopo la pellicola Post mortem del 2010, che racconta l’ascesa al potere di Pinochet, Pablo Larraín riprende la storia cilena e ricostruisce – utilizzando filmati d’epoca e girati di finzione con macchine da presa degli anni Ottanta – le dinamiche del referendum popolare che, a causa delle pressioni internazionali, il generale fu costretto a indire per il proseguimento del suo governo.

 

I cileni avrebbero dovuto approvare con un sì o un no la presidenza per altri 8 anni di Pinochet. Nei tre mesi precedenti al voto vengono concessi all’opposizione soltanto quindici minuti al giorno di campagna televisiva. In un clima di totale disillusione, la strategia della comunicazione viene affidata al giovane e audace pubblicitario René Saavedra (interpretato da Gael García Bernal), convinto che per porre fine al regime si debba trasmettere un messaggio di speranza, che incoraggi i cileni a ritrovare fiducia in sé stessi e a riscoprire quell’allegria che manca da troppo tempo.

 

Quella campagna che “vendeva” il no come se fosse un prodotto di consumo, seppe risvegliare la coscienza dei cileni e portò inaspettatamente alla vittoria del referendum. Dopo le elezioni libere, Pinochet lasciò il potere nel 1990, pur rimanendo a capo delle forze armate fino al 1998. La televisione, forse per la prima volta, mostrò tutta la sua forza nell’influenzare, nel bene o nel male, la popolazione.

 

Lo spettacolo inizia alle ore 21.45 (apertura cassa ore 21.00). I prezzi dei biglietti sono di 6 euro intero e di 4,50 euro ridotto (over 60, Amici della Cineteca, studenti universitari, Agis, Arci, tessera Ficc, Coop, Dlf, dipendenti comunali, clienti Banca popolare dell’Emilia-Romagna). Con la Puccini Card un omaggio ogni quattro ingressi. Prevendita su Vivaticket.it e presso Bologna Welcome in piazza Maggiore 1/E (aperto da lunedì a sabato dalle ore 9 alle 19, domenica e festivi dalle ore 10 alle 17).

 

L’Arena Puccini è in via Sebastiano Serlio 25/2, con ingresso da via Serlio o dal parcheggio di via Stalingrado. Sono presenti un servizio bar interno e un nuovo punto ristoro, l’Osteria Disanapianta: aperta tutte i giorni fino al 30 settembre dalle ore 16 alle 2, l’osteria offre un biglietto ridotto all’Arena Puccini previa consumazione e uno sconto del 10% su primi, grigliate, bevande e centrifugati di frutta e verdura a chi invece presenta il tagliando del film del giorno (per prenotazioni: tel. 05 523545, e-mailinfo@rovescio.it).

 

Per informazioni:

Tel. 333 8793477 e 340 4854509 (dalle ore 20.30)

Web: http://www.cinetecadibologna.it e www.itcmovie.it.

 

La rassegna cinematografica dell’Arena Puccini è promossa da Fondazione Cineteca di Bologna e ITC Movie, in collaborazione con Comune di Bologna, Bologna Estate 2013, DLF Dopolavoro Ferroviario Bologna, Quartiere Navile, Comitato Progetto Bolognina, AGIS, FICE Emilia-Romagna e Alliance Française Bologna, con il contributo di Granarolo e Banca Popolare dell’Emilia-Romagna.

 

Ufficio stampa AGENDA

Tel. 051 330155, e-mail ufficiostampa@agendanet.it

Tags

Author

©2014 bolognachannel.tv