Post Date : 4 aprile 2013

ISTITUZIONE BOLOGNA MUSEI: GLI APPUNTAMENTI DA VENERDI’ 5 A GIOVEDI’ 11 APRILE

museo archeologico_racontami una storia_MicheleCogo
museo archeologico_racontami una storia_MicheleCogo

Post Detail

Ogni  settimana i Musei Civici di Bologna propongono un ricco calendario di
appuntamenti,  per  svelare  le  loro  collezioni  e  raccontare aspetti ed
episodi  inediti e curiosi della storia della città, anche attraverso punti
di vista differenti e insoliti accostamenti fra le diverse collezioni.
Conferenze,  laboratori,  concerti, visite guidate, visite in lingua sono i
principali  “strumenti”  di questo racconto, che si dispiega lungo millenni
di  storia,  dai primi utensili in pietra di uomini vissuti 800.000 anni fa
ai  prodotti  dell’attuale  distretto industriale, dalla pittura alle varie
forme  dell’arte  moderna  e contemporanea, dalla musica alle grandi epopee
politiche e civili.

Di seguito gli appuntamenti in programma da venerdì 5 a giovedì 11 aprile.

Mercoledì  10  e  giovedì  11  aprile,  in  occasione  di  UniverCity  – la
manifestazione fieristica ideata da BolognaFiere in collaborazione con Alma
Mater e con il Comune di Bologna per presentare la città ai futuri studenti
universitari  – i musei saranno a ingresso gratuito per tutti i giovani che
presenteranno alle casse la relativa card d’ingresso.
Per maggiori informazioni: www.univercityexpo.it

IN EVIDENZA

domenica 7 aprile
ore 16: Museo Archeologico – via dell’Archiginnasio 2
Per il ciclo …Stanno lavorando per noi
“Sepolture   del   tardo  villanoviano  bolognese  dai  fondi  Menniello  e
Melenzani-Ruggeri (scavi Grenier)”
Conferenza di Anna Esposito.
Inaugura il ciclo “…Stanno lavorando per noi”, che dà la parola ai giovani.
Infatti,  forse  non  tutti sanno che il museo è anche una palestra: per le
sue  sale  e  i  suoi magazzini non è raro incontrare giovani che, nel loro
percorso  di formazione, si cimentano nella ricerca su materiali conservati
in  museo,  costituendo  uno  dei ponti preziosi per la naturale osmosi fra
Museo e Università.
Un ciclo per incontrare alcuni di questi giovani studiosi e per conoscere i
metodi  e  i  risultati  dei  loro  lavori. I prossimi incontri si terranno
domenica 14 e 21 aprile.
Ingresso: gratuito fino ad esaurimento posti
Info: www.museibologna.it/archeologico

giovedì 11 aprile
ore 18: Museo Archeologico – via dell’Archiginnasio 2
Per il ciclo Raccontami una storia
“Una volta l’anno”
Due  amici,  una  promessa,  e  una moneta misteriosa ritrovata. Nel tempo,
questi  elementi  diventeranno  la  chiave  di  lettura  di  due  vite  che
s’intrecceranno in maniera curiosa e decisiva con il passato della storia e
un  museo  che  diventerà  nel  tempo  il  luogo in cui un segreto e la sua
soluzione coincideranno.
La  storia è ispirata al Dupondio (moneta) in bronzo emesso dall’imperatore
Caligola nella zecca di Roma, tra il 37 e il 38 d.C., conservata in museo.
Intervengono gli autori Michele Cogo, Jacopo Donati e Francesco Giardinazzo
ed il direttore tecnico del Museo Archeologico, Paola Giovetti.
Ingresso: gratuito
Info e prenotazioni: tel. 051 273861 oppure comunicazione@labidee.it

PER I BAMBINI

sabato 6 aprile
Museo della Musica – Strada Maggiore 34
ore 10.30:
Per il ciclo The best of 2013
“Click Clap Stomp”
Primo appuntamento del laboratorio di body percussion per bambini da 8 a 12
anni a cura dell’Associazione QB Quantobasta. Con Tommy Ruggero.
Il  corpo  è  lo  strumento  musicale  che  tutti  hanno a disposizione per
costruire ritmi e sequenze sonore, sperimentando gli elementi di base della
body percussion.
Tommy Ruggero, percussionista e batterista, propone a bambini e genitori un
laboratorio  per  scoprire  insieme  i  molti modi di utilizzare il proprio
corpo,  ampliando  il repertorio di suoni che si possono produrre con dita,
mani, braccia, piedi, gambe, bocca.
Prenotazione obbligatoria allo 051 2757711
oppure a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it
Ingresso: € 3,00 a bambino ad incontro + € 3,00 ad adulto
Info: www.museomusicabologna.it/bambini.htm
ore 16:
Per il ciclo The best of 2013
“Disegnare il suono: dar suono alle forme”
Quarto ed ultimo appuntamento dei laboratori di ricerca vocale con Giovanna
Giovannini  e  Silvia  Tarozzi e il Piccolo Coro Angelico, per bambini da 6
anni in poi.
Il  Piccolo  Coro  Angelico  apre  le  porte del suo laboratorio di ricerca
vocale,  con  l’obiettivo  di  favorire  l’esplorazione della vocalità e la
conoscenza di sé tramite la musica e il suono e di sviluppare la creatività
personale  e  di  gruppo  attraverso  la  pratica della composizione, della
direzione  e  dell’improvvisazione,  condividendo  attivamente  coi giovani
coristi l’esperienza creativa del fare musica insieme.
Prenotazione obbligatoria allo 051 2757711
oppure a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it
Ingresso: € 3,00 a bambino ad incontro + € 3,00 ad adulto
Info: www.museomusicabologna.it/bambini.htm

domenica 7 aprile
ore 16: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
Per il ciclo Domenica al museo
“Cenerentola. Una favola alla moda”
Laboratorio  dedicato  alla  mostra “Cenerentola. Una favola alla moda” per
bambini  da  7  a  11  anni. Prenotazione obbligatoria allo 051 6496628/611
oppure a mamboedu@comune.bologna.it
Ingresso: € 5,00
Info: www.mambo-bologna.org

giovedì 11 aprile
ore 17: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
“Tra le pagine”
Laboratorio  dedicato  ai  libri  d’artista  per  bambini  da  5  a 9 anni.
Prenotazione     obbligatoria     allo    051    6496628/611    oppure    a
mamboedu@comune.bologna.it
Ingresso: € 5,00
Info: www.mambo-bologna.org

GLI ALTRI APPUNTAMENTI

sabato 6 aprile
ore 16.30: Museo della Musica – Strada Maggiore 34
Per il ciclo Il Museo Nella Musica
“’Dio della musica de’ nostri tempi’: la figura di Padre Martini attraverso
libri e dipinti”
Con Elisabetta Pasquini (Università di Bologna)
Ingresso: gratuito fino ad esaurimento posti
Info: www.museomusicabologna.it

domenica 7 aprile
ore 10.30: Museo Medievale – via Manzoni 4
Per il ciclo Spettacoli al museo
“Armi  e  duelli  tra  le  mura del museo: ricostruzioni storiche e scherma
medievale e rinascimentale”
Programma della giornata:
ore 10.30: “Giostre e tornei a Bologna”
ore  11:  visita guidata alla sezione delle armature del Museo Medievale (a
cura di Elena Lorenzini)
ore  11.30:  “Armamenti  ed armi negli oggetti del Museo” (visita guidata a
cura  della  Società  dei  Vai).  A  seguire,  dalle ore 12.30 alle ore 16,
dimostrazioni    di    scherma    medievale   e   rinascimentale   a   cura
dell’Associazione Storico Culturale “Società dei Vai”
ore 16.30: “Giostre e tornei a Bologna”
ore  17:  visita guidata alla sezione delle armature del Museo Medievale (a
cura di Elena Lorenzini)
ore  17.30:  “Armamenti  ed armi negli oggetti del Museo” (visita guidata a
cura della Società dei Vai)
Ingresso: € 3,00 + biglietto museo (€ 5,00 intero, € 3,00 ridotto)
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici
ore 10.30: Cimitero della Certosa – via della Certosa
“Alla  conquista del mondo: viaggiatori ed esploratori bolognesi tra ‘800 e
‘900”
Visita  guidata  a  cura  di  Didasco  in  collaborazione  con il Museo del
Risorgimento.
Il percorso individuerà personalità note – ma sopratutto poco note – che si
sono  lanciate  in  esplorazioni  lunghissime, rischiose e rocambolesche in
tutto  il  pianeta, spesso con mezzi di fortuna. Un viaggio avventuroso tra
gli esploratori del passato.
Tra  i  tanti  che  amarono  scoprire terre culture e persone vi ricordiamo
Federigo Guarducci (1851-1931). Link diretto alla biografia on-line:
http://certosa.cup2000.it/chiostro/persone.php?TBL=PERSONA&ID=481615
Prenotazione obbligatoria allo 348 1431230 (pomeriggio – sera).
Appuntamento  alle  ore  14.45  presso  l’ingresso  principale del Cimitero
(Chiesa).
La   visita  si  terrà  anche  in  caso  di  maltempo.  Iniziativa  rivolta
esclusivamente  ai  soci. Sarà possibile associarsi al momento della visita
guidata;  la  quota associativa è di 10 euro e la prima visita guidata è in
omaggio.
Ingresso: € 8,00  (due euro verranno devoluti per i restauri del cimitero)
Info: www.didasconline.it – www.museibologna.it/risorgimento
ore 16: Museo del Patrimonio Industriale – via della Beverara 123
“Giordani e l’industria del giocattolo a Bologna”
Visita guidata alla mostra.
In mostra trentasette giocattoli tra i più rappresentativi della produzione
Giordani,  alcuni dei quali rari o particolari. Tra i giocattoli, costruiti
in  ferro,  legno  e  lamiera stampata, figurano tricicli, biciclette con e
senza  ruotine,  ciclo side-car, automobili a pedali, automobile elettrica,
reattore, autoareoplano, ciclopattino, carrettino, carrozzine per bambino e
per bambola.
Per  cinque  generazioni,  dal  1875  al 1984, la famiglia Giordani ha dato
vita, con impegno e passione, ad una ditta che, dall’originaria lavorazione
del  ferro,  si  è  specializzata nella produzione di giocattoli sportivi e
carrozzine.  Questa  “fabbrica della felicità” al servizio delle famiglie e
dei  bambini  ha  lasciato  un segno indelebile nel loro immaginario ed una
fama   che   ancora  sopravvive,  tanto  da  rendere  oggi  quegli  oggetti
particolarmente ambiti nel mercato del modernariato e del collezionismo.
Oltre  400  immagini  di cataloghi e foto d’epoca sono infine visibili in 5
visori ed una videoproiezione.
Prenotazione  obbligatoria  allo  051 6356611 (entro le ore 13 di venerdì 5
aprile)
Ingresso: biglietto museo (€ 5,00 intero, € 3,00 ridotto)
Info: www.comune.bologna.it/patrimonioindustriale

giovedì 11 aprile
ore 18: Museo del Risorgimento – Piazza Carducci 5
Per il ciclo L’anima musicale del Risorgimento
“Il giovane Rossini”
Incontro con Maria Chiara Mazzi.
Quando  arriva  a  Bologna,  Gioachino Rossini ha 14 anni. Giovane di belle
speranze  e  già  di  solida  formazione trova nella città piena di fervori
libertari  e  napoleonici  un  mondo  musicale  e  culturale  ricchissimo e
stimolante.  In  quei  6  anni  che  vanno dal suo arrivo nel 1806 alla sua
partenza  nel  1812  accadono  tantissime  cose  che  cronache, documenti e
testimonianze ci aiuteranno a rivivere insieme.
Ingresso: gratuito
Info: www.museibologna.it/risorgimento

MOSTRE

Museo Archeologico – via dell’Archiginnasio 2
“Sottosopra.  Voci  contemporanee  dell’illustrazione  svedese”, fino al 14
aprile 2013
In occasione di Bologna Città del Libro per Ragazzi
La  mostra,  a cura di Hamelin Associazione Culturale e promossa da Swedish
Institute  e  Swedish  Arts  Council,  racconta e costruisce una panoramica
sull’illustrazione  svedese  contemporanea da un punto di vista interamente
femminile  e  influenzato dalla poliedricità della produzione delle artiste
svedesi.
Il filo rosso che unisce le opere di giovani illustratrici agli inizi della
loro  carriera e artiste affermate a livello internazionale, è il lavoro di
Eva Lindström, figura guida nel campo della scrittura e della illustrazione
di  libri  per  l’infanzia. Un immaginario quello della Lindström in cui la
realtà  viene  sovvertita  nelle  sue  gerarchie e l’incongruo trova spazio
nella vita quotidiana senza entrare in contrasto con gli elementi percepiti
come comuni.
Partendo  dalla  poetica  della  Lindström  si  distinguono  dei  temi  che
identificano  culturalmente  e  geograficamente  le  illustrazioni esposte.
Innanzitutto  la  luce,  la  sua  presenza,  la  sua assenza e tutte le sue
gradazioni  differenzia  alcune opere della mostra. Poi la natura, vista da
alcuni  autori  non  solo  come  lo  sfondo  delle storie, ma come elemento
principale  della narrazione. Un altro tema è l’infanzia descritta come età
da  vivere  in  maniera  libera  ed indipendente, e non come ponte verso il
mondo degli adulti. E infine lo spazio. Uno spazio che non ha confini, dove
si può girovagare liberamente, in cui l’interno e l’esterno comunicano e si
scambiano.
Le  artiste  coinvolte  nel progetto sono Emma Adbåge, Karin Cyrén, Camilla
Engman, Joanna Hellgren, Maria Libert, Eva Lindström, Emelie Östergren, Moa
Schulman.

“Una giornata alle terme. Le terme digitali al Museo Archeologico”, fino al
1° luglio 2013
Grazie  ad  una  consolidata  collaborazione con il Mare Termale Bolognese,
nella  sala  VII del Museo Archeologico, dedicata alla collezione romana, è
possibile  interagire  con  un  grande  plastico  che riproduce in scala un
impianto termale romano di fine I secolo a.C. – inizi I secolo d.C.
Si  tratta  di  una soluzione didattica ed innovativa che coniuga il sapere
archeologico  con  le potenzialità dell’informatica: una struttura sagomata
di  plexiglass  contiene  infatti  ambienti  digitali resi con perizia, che
illustrano   il   percorso  termale  in  ogni  sua  parte,  dalla  sequenza
tepidarium-caldarium-frigidarium (gli ambienti a temperatura differente che
costituiscono  il  cuore  terme  antiche)  fino alle palestre, ai locali di
servizio  e  alle  vivaci  botteghe  che  spesso  circondavano gli impianti
termali nel mondo romano.
Il  plastico  offre  quindi al visitatore la possibilità di muoversi con un
proprio  avatar  all’interno delle terme e di accedere a contenuti speciali
attraverso  piccoli  video,  per  scoprire  tutti  i segreti di una pratica
sentita  come  momento fondamentale della vita e segno di civiltà nel mondo
romano   e   di   cui   le   “spa”  odierne  sono  la  continuazione  e  la
reinterpretazione.
Info: www.museibologna.it/archeologico

Museo Medievale, via Manzoni 4
“’Invincibili’  Ottomani.  Armi  ed insegne turche nelle raccolte del Museo
Civico Medievale” fino al 31 dicembre 2013
Realizzata  in  occasione  delle celebrazioni per il terzo centenario della
fondazione dell’Istituto delle Scienze, ad opera del celebre generale Luigi
Ferdinando  Marsili  (1658-1730),  la mostra espone importanti pezzi ancora
sconosciuti  al  pubblico,  quali scimitarre, pugnali, pistole e moschetti,
anche preziosamente decorati.
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici

Museo del Patrimonio Industriale,via della Beverara 123
“Giordani:  costruire giocattoli. Auto, carrozzine, biciclette per bambini,
1915-1961”  fino al 31 gennaio 2014
Per  cinque  generazioni,  dal  1875  al 1984, la famiglia Giordani ha dato
vita, con impegno e passione, ad una ditta che, dall’originaria lavorazione
del  ferro,  si  è  specializzata nella produzione di giocattoli sportivi e
carrozzine.  Questa  “fabbrica della felicità” al servizio delle famiglie e
dei  bambini  ha  lasciato  un segno indelebile nel loro immaginario ed una
fama   che   ancora  sopravvive,  tanto  da  rendere  oggi  quegli  oggetti
particolarmente  ambiti  nel  mercato del modernariato e del collezionismo.
Gli  anni  compresi  tra  la  stampa  del  primo  catalogo, nel 1915, ed il
trasferimento  dell’Azienda da Bologna al nuovo stabilimento di Casalecchio
di   Reno,  nel  1961,  dove  regnerà  la  produzione  in  plastica,  hanno
rappresentato l’epoca pionieristica del giocattolo, costruito all’inizio in
ferro  e  legno  e  poi  in  lamiera  stampata, durante la quale il marchio
Giordani   si   è   accreditato   dapprima  in  Italia,  quindi  in  ambito
internazionale.
L’apporto  dei  collezionisti del settore ha reso disponibili 37 giocattoli
tra  i più rappresentativi della produzione Giordani, alcuni dei quali rari
o  particolari,  costruiti  in  ferro,  legno e lamiera stampata: tricicli,
biciclette  con  e  senza  ruotine,  ciclo  side-car,  automobili a pedali,
automobile  elettrica,  reattore,  autoareoplano, ciclopattino, carrettino,
carrozzine per bambino e per bambola.
Oltre 400 immagini di Cataloghi e foto d’epoca sono visibili in 5 visori ed
una videoproiezione.
Info: www.comune.bologna.it/patrimonioindustriale

L’Istituzione  Bologna Musei è il rinnovato assetto istituzionale dei Musei
civici  bolognesi, che si pone l’obiettivo della razionalizzare dei servizi
e  dell’inquadramento  di  un  notevole patrimonio in un progetto culturale
rinnovato  e coerente. Il modello che viene proposto è quello di un sistema
culturale  policentrico,  fortemente  coordinato,  in  cui  le  specificità
museali   esprimono  una  chiara  identità  e  un  determinato  settore  di
intervento, proponendosi come punti di riferimento e come presidi culturali
allargati al territorio.
I  Musei  civici,  con le loro competenze e le loro attività, hanno infatti
saputo nel tempo accreditarsi come attori essenziali dell’offerta culturale
della   città,   soprattutto   in  riferimento  alla  salvaguardia  e  alla
valorizzazione  di parti del patrimonio. Con l’articolata realtà delle loro
collezioni  sono infatti in grado di documentare l’intera storia di Bologna
e  del  suo  territorio,  dai  primi  insediamenti  preistorici  fino  alle
dinamiche    economiche   e   produttive   della   società   contemporanea.
Parallelamente   sono   documentati   aspetti   importanti  dello  sviluppo
culturale,  artistico,  scientifico  e  tecnologico  del nostro territorio:
dalla  stagione  del  collezionismo  erudito  del XV e XVIII secolo sino ai
prodotti  più  significativi  del distretto industriale meccanico, passando
attraverso le suggestioni dell’arte moderna e contemporanea.
Fanno parte dell’Istituzione Bologna Musei: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di
Bologna,  Museo  Morandi,  Casa  Morandi,  Villa  delle  Rose, Museo per la
Memoria  di  Ustica,  Museo  Civico  Archeologico,  Museo Civico Medievale,
Collezioni  Comunali  d’Arte,  Museo  Civico  d’Arte Industriale e Galleria
Davia  Bargellini, Museo del Patrimonio Industriale, Museo e Biblioteca del
Risorgimento, Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna.

INDIRIZZI E RECAPITI

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e Museo Morandi
via Don Minzoni 14
tel. 051 6496611
aperto:  martedì, mercoledì e venerdì: ore 12-18; giovedì, sabato, domenica
e festivi: ore 12-20

Casa Morandi
via Fondazza 36
tel. 051 6496611
aperto: su prenotazione

Villa delle Rose
via Saragozza 228/230
tel. 051 436818 – 6496611
aperto: in occasione di eventi espositivi

Museo per la Memoria di Ustica
via di Saliceto 3/22 (ex magazzini ATC)
tel. 051 377680
aperto: venerdì, sabato e domenica: ore 10-18

Museo Civico Archeologico
via dell’Archiginnasio 2
tel. 051 2757211
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore  9-15;  sabato,  domenica e festivi: ore
10-18.30

Museo Civico Medievale
via Manzoni 4
tel. 051 2193930 – 2193916
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore  9-15;  sabato,  domenica e festivi: ore
10-18.30

Collezioni Comunali d’Arte
Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore 6
tel. 051 2193998
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore 9-18.30; sabato, domenica e festivi: ore
10-18.30

Museo Civico d’Arte Industriale e Galleria Davia Bargellini
Strada Maggiore 44
tel. 051 236708
aperto: martedì – sabato: ore 9-14; domenica e festivi: ore 9-13

Museo Internazionale e Biblioteca della Musica
Strada Maggiore 34
tel. 051 2757711
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore 9.30-16; sabato, domenica e festivi: ore
10-18.30

Museo del Patrimonio Industriale
via della Beverara 123
tel. 051 6356611
aperto:  martedì  –  venerdì: ore 9-13; sabato: ore 9-13 e 15-18; domenica:
ore 15-18

Museo Civico del Risorgimento
Piazza Carducci 5
tel. 051 347592
aperto: martedì – domenica: ore 9-13

Tags

Author

©2014 bolognachannel.tv