Post Date : 21 marzo 2013

ISTITUZIONE BOLOGNA MUSEI: GLI APPUNTAMENTI DA VENERDI’ 22 A GIOVEDI’ 28 MARZO

Sede del Tribunale - Bologna
Sede del Tribunale - Bologna

Post Detail

Ogni  settimana i Musei Civici di Bologna propongono un ricco calendario di
appuntamenti,  per  svelare  le  loro  collezioni  e  raccontare aspetti ed
episodi  inediti e curiosi della storia della città, anche attraverso punti
di vista differenti e insoliti accostamenti fra le diverse collezioni.
Conferenze,  laboratori,  concerti, visite guidate, visite in lingua sono i
principali  “strumenti”  di questo racconto, che si dispiega lungo millenni
di  storia,  dai primi utensili in pietra di uomini vissuti 800.000 anni fa
ai  prodotti  dell’attuale  distretto industriale, dalla pittura alle varie
forme  dell’arte  moderna  e contemporanea, dalla musica alle grandi epopee
politiche e civili.

Di seguito gli appuntamenti in programma da venerdì 22 a giovedì 28 marzo.

IN EVIDENZA

Anche  l’Istituzione  Bologna  Musei  partecipa alla cinquantesima edizione
della  Fiera  del  Libro  per  Ragazzi,  ospitando  nei  suoi musei mostre,
incontri, spettacoli e laboratori per bambini.
Nell’occasione,  dal  24  al  28  marzo,  alcune  aree  del  MAMbo  –  Sala
Conferenze,  Foyer  e Dipartimento educativo – saranno aperte fino alle ore
20.  Le  sale  espositive  di MAMbo e Museo Morandi osserveranno il normale
orario di apertura.
Di  seguito  il  programma delle iniziative dell’Istituzione Bologna Musei;
per   il   programma   completo   degli   appuntamenti   visitate  il  sito
www.comune.bologna.it/cultura

sabato 23 marzo
Museo Archeologico – via dell’Archiginnasio 2
ore 10:
“Uomini, dei ed eroi nell’Antica Atene”
Laboratorio per bambini da 6 a 10 anni.
La dea Atena e l’eroe Teseo sono i protagonisti di questo percorso sul mito
greco.  Antiche  immagini dipinte e scolpite aiutano a calare il mito nella
vita civile e religiosa dell’Atene del V secolo a.C.
Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti allo 051 273861
oppure a comunicazione@labidee.it
Ingresso:  gratuito  per  i  bambini  iscritti  al  laboratorio  e  per  un
accompagnatore adulto
Info: www.museibologna.it/archeologico
Collezioni Comunali d’Arte – Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore 6
ore 10:
“Il filo di Arianna”
Laboratorio per bambini da 4 a 8 anni.
Come  trovare  la  strada  giusta?  Con  il  filo  di  Arianna!  I bambini,
riavvolgendo  un  gomitolo  srotolato  tra  alcune  delle  sale  del museo,
giungeranno alla scoperta dei protagonisti del mito classico. I racconti su
Dei  ed  Eroi  saranno  presi  come spunto per realizzare disegni a tecnica
mista.
Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti allo 051 273861
oppure a comunicazione@labidee.it
Ingresso:  gratuito  per  i  bambini  iscritti  al  laboratorio  e  per  un
accompagnatore adulto
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici
ore 16:
Per il ciclo “Cantastorie”
David Riondino: “Favole al telefono” di Gianni Rodari
Un omaggio all’intramontabile Gianni Rodari: lettura ad alta voce di alcune
delle  storie  contenute in questo capolavoro in cui David Riondino si farà
allegro  Gianduia,  improvvisando  una  passeggiata tra le storie di “Alice
cascherina”,  “Gli  uomini  di  burro”  mentre  grandi  e  piccini potranno
sghignazzare sulle note di “La canzone della foca”.
Ingresso: gratuito per i bambini e per un accompagnatore adulto
Info: tel. 051 273861 oppure comunicazione@labidee.it

ore  12-20:  MAMbo  –  Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
(Sala Conferenze)
Nell’ambito di Fruit. Self-publishing exhibition
“Running Images – Si può fare!”
Workshop  a  cura degli studenti di Werkplaats Typografie, scuola di design
olandese.
Nell’arco di quattro giorni (da sabato 23 a martedì 26 marzo), gli studenti
di Werkplaats Typografie vivisezioneranno la struttura di un film/libro con
un  esperimento  a porte aperte, suturando tra loro frammenti di storie per
creare  la  Creatura.  Esplorando il confine tra l’animato e l’inanimato, i
partecipanti  galvanizzeranno  i  frammenti  della storia, con l’intento di
riportarli alla vita.
Werkplaats  Typografie  (WT)  fa  parte  di  ArtEZ,  Institute of the Arts,
Arnhem,  Olanda  ed  è  un  master  della  durata  di  due  anni  in  cui i
partecipanti  hanno  la  possibilità  di portare avanti singoli progetti di
ricerca e di lavorare con committenze reali.
Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org

domenica 24 marzo
Museo Archeologico – via dell’Archiginnasio 2
ore 10:“
C’era una volta… Favole e miti dell’antico Egitto”
Laboratorio per bambini da 6 a 10 anni.
Il  mito  è  senz’altro  uno  degli  aspetti più affascinanti della civiltà
egizia:  la  creazione  del  mondo,  degli dei, degli uomini, la bellissima
storia  di  Osiride e altri miti rivivranno nelle sale della sezione egizia
del museo, evocati dalla visione degli oggetti esposti.
Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti allo 051 273861
oppure a comunicazione@labidee.it
Ingresso:  gratuito  per  i  bambini  iscritti  al  laboratorio  e  per  un
accompagnatore adulto
Info: www.museibologna.it/archeologico
ore 16:
Per il ciclo “Cantastorie”
Vito: “Se Garibaldi scende da cavallo…”
“Se   Garibaldi  potesse  dare  un’occhiata  all’Italia  per  la  quale  ha
combattuto,  cosa  penserebbe di noi?” Il comico bolognese Vito dialoga con
il  grande  Eroe  dei  due  Mondi,  raccontando  le  sue vicende attraverso
esilaranti siparietti.
Ingresso: gratuito per i bambini e per un accompagnatore adulto
Info: tel. 051 273861 oppure comunicazione@labidee.it
MAMbo  –  Museo  d’Arte  Moderna  di  Bologna  –  via  Don Minzoni 14 (Sala
Conferenze)
Nell’ambito di Fruit. Self-publishing exhibition
ore 12-20:
“Running Images – Si può fare!”
Workshop  a  cura degli studenti di Werkplaats Typografie, scuola di design
olandese.
Nell’arco di quattro giorni (da sabato 23 a martedì 26 marzo), gli studenti
di Werkplaats Typografie vivisezioneranno la struttura di un film/libro con
un  esperimento  a porte aperte, suturando tra loro frammenti di storie per
creare  la  Creatura.  Esplorando il confine tra l’animato e l’inanimato, i
partecipanti  galvanizzeranno  i  frammenti  della storia, con l’intento di
riportarli alla vita.
Werkplaats  Typografie  (WT)  fa  parte  di  ArtEZ,  Institute of the Arts,
Arnhem,  Olanda  ed  è  un  master  della  durata  di  due  anni  in  cui i
partecipanti  hanno  la  possibilità  di portare avanti singoli progetti di
ricerca e di lavorare con committenze reali.
Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org
ore 16:
In occasione della mostra “Cenerentola. Una favola alla moda”
Laboratorio inaugurale per bambini da 5 a 11 anni.
La  mostra  dedicata all’ultimo libro per ragazzi di Steven Guarnaccia è un
progetto  di Corraini Edizioni in collaborazione col Dipartimento educativo
MAMbo e il corso di Fashion design dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Sarà aperta fino al 14 aprile 2013.
Prenotazione     obbligatoria     allo     051     6496628     oppure     a
mamboedu@comune.bologna.it
Ingresso: gratuito
ore 18:
Inaugurazione  dell’esposizione  “Cenerentola.  Una  favola  alla moda” e a
seguire aperitivo con Steven Guarnaccia presso corrainiMAMbo artbookshop.
Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org
ore 19: Museo Medievale – via Manzoni 4
“Japanese Talents”
Inaugurazione  della mostra, a cura di JBBY (Japan Board on Books for Young
People)  e  BolognaFiere  con  la collaborazione del Comune di Bologna, del
Museo Civico Medievale e con il supporto di Japan Foundation.
In esposizione le opere di 21 illustratori giapponesi che hanno iniziato la
loro carriera grazie alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna.
Ingresso: gratuito
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici

lunedì 25 marzo
MAMbo  –  Museo  d’Arte  Moderna  di  Bologna  –  via  Don Minzoni 14 (Sala
Conferenze)
ore 12-20:
Nell’ambito di Fruit. Self-publishing exhibition
“Running Images – Si può fare!”
Workshop  a  cura degli studenti di Werkplaats Typografie, scuola di design
olandese.
Nell’arco di quattro giorni (da sabato 23 a martedì 26 marzo), gli studenti
di Werkplaats Typografie vivisezioneranno la struttura di un film/libro con
un  esperimento  a porte aperte, suturando tra loro frammenti di storie per
creare  la  Creatura.  Esplorando il confine tra l’animato e l’inanimato, i
partecipanti  galvanizzeranno  i  frammenti  della storia, con l’intento di
riportarli alla vita.
Werkplaats  Typografie  (WT)  fa  parte  di  ArtEZ,  Institute of the Arts,
Arnhem,  Olanda  ed  è  un  master  della  durata  di  due  anni  in  cui i
partecipanti  hanno  la  possibilità  di portare avanti singoli progetti di
ricerca e di lavorare con committenze reali.
Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org
ore 17.30:
In occasione della mostra “Cenerentola. Una favola alla moda”
Laboratorio per bambini da 5 a 11 anni, con lo scrittore Steven Guarnaccia.
Prenotazione     obbligatoria     allo     051     6496628     oppure     a
mamboedu@comune.bologna.it
A seguire firma copie presso corrainiMAMbo artbookshop.
Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org
ore 18.30: Museo Archeologico – via dell’Archiginnasio 2
Nell’ambito di YES! Children’s right to culture | Sweden in Bologna 2013
“Sottosopra. Voci contemporanee dell’illustrazione svedese”
Inaugurazione  della  mostra,  a  cura  di  Hamelin  Associazione Culturale
promossa  da  Swedish  Institute  e  Swedish  Arts  Council.  Il catalogo è
promosso  da  IBC  Istituto  per  i Beni Culturali e Naturali della Regione
Emilia-Romagna.
Il  lavoro  di  Eva  Lindström  è  il  punto  di partenza della mostra, che
abbraccia  temi come la natura, la luce, lo spazio, oltre a una particolare
attenzione all’infanzia e a elementi onirici e fantastici. Queste tematiche
sono  elaborate  da  Emma  Adbåge,  Karin  Cyrén,  Camilla  Engman,  Joanna
Hellgren, Maria Libert, Emelie Östergren e Moa Schulman.
Ingresso: gratuito
Info: www.museibologna.it/archeologico

martedì 26 marzo
MAMbo  –  Museo  d’Arte  Moderna  di  Bologna  –  via  Don Minzoni 14 (Sala
Conferenze)
ore 12-20:
Nell’ambito di Fruit. Self-publishing exhibition
“Running Images – Si può fare!”
Workshop  a  cura degli studenti di Werkplaats Typografie, scuola di design
olandese.
Nell’arco di quattro giorni (da sabato 23 a martedì 26 marzo), gli studenti
di Werkplaats Typografie vivisezioneranno la struttura di un film/libro con
un  esperimento  a porte aperte, suturando tra loro frammenti di storie per
creare  la  Creatura.  Esplorando il confine tra l’animato e l’inanimato, i
partecipanti  galvanizzeranno  i  frammenti  della storia, con l’intento di
riportarli alla vita.
Werkplaats  Typografie  (WT)  fa  parte  di  ArtEZ,  Institute of the Arts,
Arnhem,  Olanda  ed  è  un  master  della  durata  di  due  anni  in  cui i
partecipanti  hanno  la  possibilità  di portare avanti singoli progetti di
ricerca e di lavorare con committenze reali.
Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org
ore 18:
“Entra  nell’arte  del  ‘900. Attività e tecniche, insieme agli artisti del
‘900”
Presentazione  del  best  seller  per  bambini  “Entra  nell’arte del ‘900.
Attività  e  tecniche,  insieme  agli  artisti  del  ‘900” a cura di Marina
Pugliese e Daniela Bastianoni, Edizioni Franco Cosimo Panini.
Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org

mercoledì 27 marzo
ore 15.30: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
In occasione della mostra “Cenerentola. Una favola alla moda”
Incontro con lo scrittore Steven Guarnaccia e con Marzia Corraini, editore;
Simona  Riva,  CSAC  Università  di  Parma;  Laura  Incardona, giornalista;
Veronica Ceruti, responsabile del Dipartimento Educativo MAMbo.
L’incontro  è  aperto  al  pubblico e agli studenti dell’Accademia di Belle
Arti,  che  hanno  collaborato  alla  produzione per gli allestimenti della
mostra “Cenerentola. Una favola alla moda”.
A seguire firma copie presso corrainiMAMbo artbookshop.
Ingresso: gratuito
Info: www.mambo-bologna.org

GLI ALTRI APPUNTAMENTI

sabato 23 marzo
Museo della Musica – Strada Maggiore 34
ore 10 e ore 11.15:
Per il ciclo The best of 2013
“Mamamusica I”
Quarto  ed  ultimo appuntamento del laboratorio musicale per bambini da 0 a
36 mesi e genitori.
Alle  ore 10 per bambini da 0 a 18 mesi; alle ore 11.15 per bambini da 19 a
24 mesi.
Un progetto di Chiara Bartolotta in collaborazione con Linda Tesauro e Luca
Bernard (Museo della Musica).
Ispirato  alla  Music  Learning  Theory di E.E. Gordon, secondo la quale il
bambino  sviluppa  la  sua  attitudine  musicale nei primi anni di vita, il
laboratorio  si  propone  di creare un particolare contesto comunicativo in
cui adulti e bambini ascolteranno e produrranno musica appositamente ideata
per loro.
Prenotazione obbligatoria allo 051 2757711
oppure a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it
Ingresso: € 3,00 a bambino ad incontro + € 3,00 ad adulto
Info: www.museomusicabologna.it/bambini.htm
ore 10.30:
Per il ciclo Il Museo Nella Musica
“Musica e matematica”
Visita guidata con Roberto Marchi (Museo della Musica)
Ingresso: € 3,00 fino ad esaurimento posti
Info: www.museomusicabologna.it
ore 16.30:
Per il ciclo Il Museo Nella Musica
“Al bordo della strada: diario di viaggio sulla Statale 9”
Reading  del  libro “Al bordo della strada: diario di viaggio sulla Statale
9”  con  gli  autori Vittorio Ferorelli e Matteo Sauli (testi e foto) e con
Leo Izzo (chitarra)
Ingresso: gratuito fino ad esaurimento posti
Info: www.museomusicabologna.it
ore 15: Museo del Patrimonio Industriale – via della Beverara 123
In occasione di Cerchi nell’acqua – Giornata mondiale dell’acqua
“L’antica Bologna dell’acqua e della seta”
Visita guidata, in collaborazione con l’Associazione Vitruvio.
Fin  dal  XII  secolo  Bologna  si  dotò  di un complesso sistema idraulico
artificiale composto da chiuse, canali e chiaviche che distribuivano a rete
l’acqua,   prevalentemente   utilizzata   come  fonte  di  energia  per  il
funzionamento  di  numerosi  opifici.  Tra  questi spicca il mulino da seta
“alla  bolognese”,  di  cui  in  Museo  è  presente un modello in scala 1:2
funzionante,  utilizzato  per  la  torcitura  del filo di seta col quale si
poteva  ottenere  il  velo,  prodotto  che  rese  celebre Bologna per oltre
quattro  secoli,  ampiamente  commercializzato  in  tutta  Europa  e spesso
riprodotto nell’iconografia occidentale.
L’abbondanza  della risorsa idrica, unita all’alta tecnologia raggiunta dai
mulini  da  seta,  permise  così  ad una città, non dotata di significativi
corsi  d’acqua naturali, né di uno sbocco sul mare, di recitare un ruolo da
protagonista  nel  panorama  della  proto-industria  europea  e  del grande
commercio internazionale fino alla fine del XVIII secolo.
Prenotazione  obbligatoria  allo 051 6356611 (entro le ore 13 di venerdì 22
marzo)
Ingresso: biglietto museo (€ 5,00 intero – € 3,00 ridotto)
Info: www.comune.bologna.it/patrimonioindustriale
Museo Archeologico – via dell’Archiginnasio 2
ore 16:
In occasione di Cerchi nell’acqua – Giornata mondiale dell’acqua
“Tra salute e salvezza. acque e terme nel mondo romano”
Visita guidata con Marinella Marchesi (Museo Civico Archeologico)
Ingresso:  biglietto  museo  (€  5,00  intero  –  €  3,00  ridotto) fino ad
esaurimento posti (max. 40)
Info: www.museibologna.it/archeologico
ore 16:
Per il ciclo Al museo per gioco
“C’era un incontro e altre storie”
Percorso  sperimentale  per  bambini  da  8 a 11 anni in collaborazione con
l’Associazione AIPI (Associazione Interculturale Polo Interetnico).
Prenotazione  obbligatoria allo 051 2757235 (mercoledì e venerdì precedenti
l’appuntamento, dalle 9 alle 12.30)
Ingresso:  € 3,00 a bambino (gratuito per un accompagnatore adulto) fino ad
esaurimento posti (max. 20)
Info: www.museibologna.it/archeologico

domenica 24 marzo
ore 10.30: Museo Davia Bargellini – Strada Maggiore 44
Per  il  ciclo  Impara l’arte in museo. III parte / dal neoclassicismo alla
fine dell’Ottocento
Terzo incontro con Ilaria Negretti
Ingresso: € 3,00
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici
ore 15: Museo Medievale – via Manzoni 4
Per il ciclo Spettacoli al museo
“Gran Ballo di Corte. Danze e musiche del Rinascimento”
Lo  spettacolo,  a cura dell’Associazione 8cento, proporrà alcune danze del
repertorio  rinascimentale:  trenta danzatori, in abiti storici, animeranno
il  cortile  del  museo tarsformandolo in una corte dell’epoca, con danze e
musiche che richiameranno la vita del tempo.
Il  pubblico  giocherà  un  ruolo  attivo,  divenendo  spettatore capace di
condividere  pienamente  emozioni  e valori di una cultura del passato, per
attualizzarla e renderla viva nel presente.
Nel   Rinascimento  infatti  l’arte  era  sicuramente  uno  dei  passatempi
preferiti  a  corte: divertirsi danzando, leggendo e suonando rappresentava
una forma di tempo libero molto importante per la cultura del tempo.
Ospite del Gran Ballo di Corte sarà la compagnia di San Giacomo Maggiore di
Bologna,  che  presenterà  alcuni  duelli  di spade secondo le tecniche del
Quattrocento e del Cinquecento.
Lo   spettacolo   rappresenta  l’evento  conclusivo  di  un  corso,  giunto
quest’anno   alla   sua   sesta   edizione,  rivolto  allo  studio  e  alla
ricostruzione  storica  delle  danze  del  Quattrocento  e del Cinquecento.
Strutturato  in sei incontri a cadenza mensile, il corso ha riscosso grande
successo  richiamando numerosi allievi provenienti da varie città italiane.
Docente  del  corso  è  Bruna  Gondoni, insegnante, danzatrice e direttrice
artistica del Gran Ballo di Corte.
In caso di pioggia lo spettacolo si svolgerà all’interno del museo.
Ingresso: biglietto museo (€ 5,00 intero – € 3,00 ridotto)
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici
ore 15.30: Museo del Patrimonio Industriale – via della Beverara 123
“Dal chicco al pane”
Laboratorio per ragazzi dai 3 ai 6 anni.
L’acqua  è uno dei beni più preziosi: senza di essa non esisterebbe la vita
sulla  Terra. Ma non solo! Per moltissimi secoli l’uomo ha sfruttato questa
sostanza   come   energia   per   muovere   macchine   in  legno  e  pietra
tecnologicamente complesse.
Il laboratorio prende il via mostrando ai bambini – con giochi e animazioni
interattive – le fasi principali della coltivazione del grano (dalla semina
al  raccolto)  e  quelle  relative  alla  sua  successiva trasformazione in
farina.
Con   l’ausilio   di   modellini   e   oggetti   storici  della  collezione
Aldini-Valeriani  viene  mostrato  il  funzionamento  del  mulino da grano,
macchina  antichissima  già  nota ai Greci e ai Romani, in cui grandi ruote
mosse  dall’energia  dell’acqua  azionano  pesanti  macine  in  pietra  per
polverizzare semenze e frumento.
Prenotazione  obbligatoria  allo 051 6356611 (entro le ore 13 di venerdì 22
marzo)
Ingresso: € 3,00 (gratuito per un accompagnatore adulto)
Info: www.comune.bologna.it/patrimonioindustriale
ore 17: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
Visita guidata alla mostra “faccia a faccia” di Mario Ceroli
L’ampia  rassegna  antologica,  a cura di Gianfranco Maraniello, ripercorre
l’intera vicenda creativa dell’artista di fama internazionale, configurando
una ricognizione rappresentativa della sua inesauribile vocazione inventiva
nella  sperimentazione  della  materia  e  nell’esplorazione di un universo
concettuale costantemente riferito alla tradizione della storia dell’arte.
Il  percorso  espositivo  comprende  alcune delle più celebri installazioni
ambientali   di   grandi  dimensioni,  oltre  a  nuovi  lavori,  presentati
appositamente  in questa occasione, in un confronto dialettico che sfugge a
criteri cronologici e storiografici.
A cura del Dipartimento educativo MAMbo.
Ingresso:  € 4,00 + ingresso mostra (€ 6,00 intero – € 4,00 ridotto) (per i
convenzionati: € 3,00 + € 4,00 per l’ingresso in mostra)
Info: www.mambo-bologna.org

giovedì 28 marzo
MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14
ore 8.30-13
Per il ciclo Sto al MAMbo per le feste
“Pasqua al MAMbo. Mattine d’arte al museo”
Per  le  Feste  pasquali,  durante  le vacanze scolastiche, il Dipartimento
educativo MAMbo propone tre mattine al museo per bambini da 5 a 11 anni. Un
servizio  per le famiglie che possono regalare ai figli esperienze di gioco
a contatto con l’arte e la creatività.
Prenotazione     obbligatoria     allo    051    6496628/611    oppure    a
mamboedu@comune.bologna.it
Ingresso: € 15,00 a bambino ogni mattina
Info: www.mambo-bologna.org
ore 18.30:
Visita guidata alla mostra “faccia a faccia” di Mario Ceroli
L’ampia  rassegna  antologica,  a cura di Gianfranco Maraniello, ripercorre
l’intera vicenda creativa dell’artista di fama internazionale, configurando
una ricognizione rappresentativa della sua inesauribile vocazione inventiva
nella  sperimentazione  della  materia  e  nell’esplorazione di un universo
concettuale costantemente riferito alla tradizione della storia dell’arte.
Il  percorso  espositivo  comprende  alcune delle più celebri installazioni
ambientali   di   grandi  dimensioni,  oltre  a  nuovi  lavori,  presentati
appositamente  in questa occasione, in un confronto dialettico che sfugge a
criteri cronologici e storiografici.
A cura del Dipartimento educativo MAMbo.
Ingresso:  € 4,00 + ingresso mostra (€ 6,00 intero – € 4,00 ridotto) (per i
convenzionati: € 3,00 + € 4,00 per l’ingresso in mostra)
Info: www.mambo-bologna.org

MOSTRE

Museo Archeologico – via dell’Archiginnasio 2
“Sottosopra.  Voci  contemporanee  dell’illustrazione svedese”, 26 marzo-14
aprile 2013
In occasione di Bologna Città del Libro per Ragazzi
La  mostra,  a cura di Hamelin Associazione Culturale e promossa da Swedish
Institute  e  Swedish  Arts  Council,  racconta e costruisce una panoramica
sull’illustrazione  svedese  contemporanea da un punto di vista interamente
femminile  e  influenzato dalla poliedricità della produzione delle artiste
svedesi.
Il filo rosso che unisce le opere di giovani illustratrici agli inizi della
loro  carriera e artiste affermate a livello internazionale, è il lavoro di
Eva Lindström, figura guida nel campo della scrittura e della illustrazione
di  libri  per  l’infanzia. Un immaginario quello della Lindström in cui la
realtà  viene  sovvertita  nelle  sue  gerarchie e l’incongruo trova spazio
nella vita quotidiana senza entrare in contrasto con gli elementi percepiti
come comuni.
Partendo  dalla  poetica  della  Lindström  si  distinguono  dei  temi  che
identificano  culturalmente  e  geograficamente  le  illustrazioni esposte.
Innanzitutto  la  luce,  la  sua  presenza,  la  sua assenza e tutte le sue
gradazioni  differenzia  alcune opere della mostra. Poi la natura, vista da
alcuni  autori  non  solo  come  lo  sfondo  delle storie, ma come elemento
principale  della narrazione. Un altro tema è l’infanzia descritta come età
da  vivere  in  maniera  libera  ed indipendente, e non come ponte verso il
mondo degli adulti. E infine lo spazio. Uno spazio che non ha confini, dove
si può girovagare liberamente, in cui l’interno e l’esterno comunicano e si
scambiano.
Le  artiste  coinvolte  nel progetto sono Emma Adbåge, Karin Cyrén, Camilla
Engman, Joanna Hellgren, Maria Libert, Eva Lindström, Emelie Östergren, Moa
Schulman.
“Vittorio Giardino. La quinta verità”, fino al 1° aprile 2013
In occasione di BilBOlbul Festival internazionale di fumetto
Vittorio  Giardino,  autore  bolognese  affermato  in  tutto  il  mondo, ha
percorso  trent’anni  di  fumetto  europeo  seguendo  una  via  personale e
indipendente  dalle  mode,  ed  è  oggi  uno  dei  maestri indiscussi della
letteratura  disegnata.  I suoi libri, pubblicati in tutta Europa, in Cina,
Giappone,  Brasile,  Argentina e Stati Uniti, testimoniano lo straordinario
successo  che  hanno  conosciuto  i  protagonisti dei suoi racconti: da Sam
Pezzo  –  antieroe  hard boiled che si muove in una città che sovrappone la
metropoli del noir americano alla Bologna dei primi anni 80 – a Max Fridman
–  spia  che attraversa l’Europa sull’orlo del secondo conflitto mondiale –
fino  a  Jonas  Fink  –  giovane  ebreo  nella Cecoslovacchia comunista del
dopoguerra.  Le  vicende  dei  personaggi di Giardino si intrecciano con la
Storia, attraversando alcuni momenti cruciali del Novecento.
Info: www.museibologna.it/archeologico – www.bilbolbul.net

Museo Medievale – via Manzoni 4
“Japanese talents”, 26 marzo-1 aprile 2013
In occasione di Bologna Città del Libro per Ragazzi
La  mostra,  a  cura  di  JBBY  (Japan  Board  on Books for Young People) e
BolognaFiere  con la collaborazione del Comune di Bologna, del Museo Civico
Medievale  e  con  il  supporto  di Japan Foundation, ospita le opere di 21
illustratori  giapponesi  che  hanno  iniziato la loro carriera grazie alla
Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna.
La  mostra,  ospitata  presso  il  Lapidario del museo, osserva il seguente
orario  (prolungato  rispetto  al  consueto  orario  di  apertura del Museo
Medievale): martedì-venerdì: ore 9-18; sabato, domenica e lunedì 1° aprile:
ore 10-18.30
Info: www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, – via Don Minzoni 14
“Cenerentola. Una favola alla moda”è una mostra curata da Corraini Edizioni
in collaborazione con il Dipartimento educativo MAMbo, Accademia di Belle
Arti di Bologna e Children’s Book Fair, ospitata nel Dipartimento educativo
MAMbo fino al 14 aprile 2013
La mostra presenta le tavole originali illustrate da Steven Guarnaccia per
l’ultima pubblicazione dedicata a bambini e ragazzi a cura di Corraini
Edizioni. Le tavole sono affiancate da un suggestivo atelier allestito con
gli abiti e gli accessori di carta realizzati dagli studenti del triennio
di fashion design dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, dedicati ai
personaggi della fiaba e ispirati agli artisti contemporanei.
“faccia  a faccia” di Mario Ceroli, a cura di Gianfranco Maraniello fino al
1° aprile 2013
Il  MAMbo  –  Museo  d’Arte Moderna di Bologna presenta la mostra “faccia a
faccia   “   di   Mario   Ceroli,  rendendo  omaggio  all’artista  di  fama
internazionale,  protagonista di primo piano di quella nuova generazione di
autori  che  a  partire  dai  primi  anni  Sessanta  ha avviato sulla scena
italiana  una  stagione  irripetibile  di  rinnovamento negli indirizzi del
linguaggio artistico.
Le  47  opere presentate comprendono alcune delle più celebri installazioni
ambientali   di   grandi   dimensioni,  oltre  a  nuovi  lavori  presentati
appositamente in questa occasione.
L’artista  ha  pensato  la  mostra  come  un  unico  progetto,  scultoreo e
architettonico  al  contempo.  Capovolgendo il principio ideativo della sua
celebre opera-ambiente del 1966 Cassa Sistina, Mario Ceroli ha fatto propri
gli straordinari volumi della Sala delle Ciminiere del museo e a partire da
quella  condensata  introflessione di elementi architettonici ha proiettato
la  sua  arte  nello  spazio estroflesso, esaltandone l’impatto visivo e la
forza espressiva.
La  mostra  di  Bologna  diventa  così  un  solo corpo in cui attraverso un
attento  gioco  di rimandi e connessioni le opere costituiscono la versione
“esplosa”  di  uno spazio inventato dall’artista: nel percorso espositivo i
lavori storici dialogano e si confrontano dialetticamente con i più recenti
sfuggendo a criteri cronologici e storiografici.
Il  titolo  “faccia  a faccia” fa riferimento al confronto tra l’umano e il
divino  che  proprio il grande salone centrale del MAMbo, così simile a una
cattedrale, ha ispirato.
Info: www.mambo-bologna.org

Museo della Musica – Strada Maggiore 34,
“Jason. Tutto sarebbe stato lo stesso”  fino al 1° aprile 2013
In occasione di BilBOlbul Festival internazionale di fumetto
La  mostra,  realizzata  in  collaborazione con l’Ambasciata di Norvegia, è
dedicata  a  Jason  (John  Arne  Sæterøy),  autore  capace  di  fondere  la
tradizione  del  fumetto  americano  con  una  vena surreale che ricorda il
cinema di Aki Kaurismäki.
Considerato  uno  degli  autori di punta della scena scandinava, Jason si è
fatto  conoscere  a livello internazionale attraverso storie in cui reale e
surreale si fondono in modo perfetto, dando vita a mondi narrativi inediti.
I  suoi racconti, abbandonato lo stile realista degli esordi, sono popolati
da  animali  antropomorfi,  cani,  paperi, conigli dallo sguardo totalmente
inespressivo, resi attraverso un tratto essenziale e grafico.
La  straordinaria  capacità  di  Jason  sta proprio in questo procedere per
sottrazione,  nella  ricerca  di una sintesi estrema – nel segno come nella
narrazione  –  che  lascia emergere un sottotesto emotivo che lentamente si
appropria  del  lettore. Attraverso questa disarmante semplicità espressiva
Jason  rende la ricchezza di temi come la solitudine, la morte, l’infanzia,
l’amore,  spesso  appiattiti  in  rappresentazioni  univoche,  che nei suoi
racconti ritrovano tutta la loro irrisolta complessità.
Info: www.museomusicabologna.it

Museo del Patrimonio Industriale,- via della Beverara 123
“Giordani:  costruire giocattoli. Auto, carrozzine, biciclette per bambini,
1915-1961”  fino al 30 giugno 2013
Per  cinque  generazioni,  dal  1875  al 1984, la famiglia Giordani ha dato
vita, con impegno e passione, ad una ditta che, dall’originaria lavorazione
del  ferro,  si  è  specializzata nella produzione di giocattoli sportivi e
carrozzine.  Questa  “fabbrica della felicità” al servizio delle famiglie e
dei  bambini  ha  lasciato  un segno indelebile nel loro immaginario ed una
fama   che   ancora  sopravvive,  tanto  da  rendere  oggi  quegli  oggetti
particolarmente  ambiti  nel  mercato del modernariato e del collezionismo.
Gli  anni  compresi  tra  la  stampa  del  primo  catalogo, nel 1915, ed il
trasferimento  dell’Azienda da Bologna al nuovo stabilimento di Casalecchio
di   Reno,  nel  1961,  dove  regnerà  la  produzione  in  plastica,  hanno
rappresentato l’epoca pionieristica del giocattolo, costruito all’inizio in
ferro  e  legno  e  poi  in  lamiera  stampata, durante la quale il marchio
Giordani   si   è   accreditato   dapprima  in  Italia,  quindi  in  ambito
internazionale.
L’apporto  dei  collezionisti del settore ha reso disponibili 37 giocattoli
tra  i più rappresentativi della produzione Giordani, alcuni dei quali rari
o  particolari,  costruiti  in  ferro,  legno e lamiera stampata: tricicli,
biciclette  con  e  senza  ruotine,  ciclo  side-car,  automobili a pedali,
automobile  elettrica,  reattore,  autoareoplano, ciclopattino, carrettino,
carrozzine per bambino e per bambola.
Oltre 400 immagini di Cataloghi e foto d’epoca sono visibili in 5 visori ed
una videoproiezione.
Info: www.comune.bologna.it/patrimonioindustriale

L’Istituzione  Bologna Musei è il rinnovato assetto istituzionale dei Musei
civici  bolognesi, che si pone l’obiettivo della razionalizzare dei servizi
e  dell’inquadramento  di  un  notevole patrimonio in un progetto culturale
rinnovato  e coerente. Il modello che viene proposto è quello di un sistema
culturale  policentrico,  fortemente  coordinato,  in  cui  le  specificità
museali   esprimono  una  chiara  identità  e  un  determinato  settore  di
intervento, proponendosi come punti di riferimento e come presidi culturali
allargati al territorio.
I  Musei  civici,  con le loro competenze e le loro attività, hanno infatti
saputo nel tempo accreditarsi come attori essenziali dell’offerta culturale
della   città,   soprattutto   in  riferimento  alla  salvaguardia  e  alla
valorizzazione  di parti del patrimonio. Con l’articolata realtà delle loro
collezioni  sono infatti in grado di documentare l’intera storia di Bologna
e  del  suo  territorio,  dai  primi  insediamenti  preistorici  fino  alle
dinamiche    economiche   e   produttive   della   società   contemporanea.
Parallelamente   sono   documentati   aspetti   importanti  dello  sviluppo
culturale,  artistico,  scientifico  e  tecnologico  del nostro territorio:
dalla  stagione  del  collezionismo  erudito  del XV e XVIII secolo sino ai
prodotti  più  significativi  del distretto industriale meccanico, passando
attraverso le suggestioni dell’arte moderna e contemporanea.
Fanno parte dell’Istituzione Bologna Musei: MAMbo – Museo d’Arte Moderna diBologna,  Museo  Morandi,  Casa  Morandi,  Villa  delle  Rose, Museo per la
Memoria  di  Ustica,  Museo  Civico  Archeologico,  Museo Civico Medievale,
Collezioni  Comunali  d’Arte,  Museo  Civico  d’Arte Industriale e Galleria
Davia  Bargellini, Museo del Patrimonio Industriale, Museo e Biblioteca del
Risorgimento, Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna.

INDIRIZZI E RECAPITI

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e Museo Morandi
via Don Minzoni 14
tel. 051 6496611
aperto:  martedì, mercoledì e venerdì: ore 12-18; giovedì, sabato, domenica
e festivi: ore 12-20

Casa Morandi
via Fondazza 36
tel. 051 6496611
aperto: su prenotazione

Villa delle Rose
via Saragozza 228/230
tel. 051 436818 – 6496611
aperto: in occasione di eventi espositivi.

Museo per la Memoria di Ustica
via di Saliceto 3/22 (ex magazzini ATC)
tel. 051 377680
aperto: venerdì, sabato e domenica: ore 10-18

Museo Civico Archeologico
via dell’Archiginnasio 2
tel. 051 2757211
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore  9-15;  sabato,  domenica e festivi: ore
10-18.30

Museo Civico Medievale
via Manzoni 4
tel. 051 2193930 – 2193916
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore  9-15;  sabato,  domenica e festivi: ore
10-18.30

Collezioni Comunali d’Arte
Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore 6
tel. 051 2193998
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore 9-18.30; sabato, domenica e festivi: ore
10-18.30

Museo Civico d’Arte Industriale e Galleria Davia Bargellini
Strada Maggiore 44
tel. 051 236708
aperto: martedì – sabato: ore 9-14; domenica e festivi: ore 9-13

Museo Internazionale e Biblioteca della Musica
Strada Maggiore 34
tel. 051 2757711
aperto:  martedì  –  venerdì:  ore 9.30-16; sabato, domenica e festivi: ore
10-18.30

Museo del Patrimonio Industriale
via della Beverara 123
tel. 051 6356611
aperto:  martedì  –  venerdì: ore 9-13; sabato: ore 9-13 e 15-18; domenica:
ore 15-18

Museo Civico del Risorgimento
Piazza Carducci 5
tel. 051 347592
aperto: martedì – domenica: ore 9-13

Tags

Author

©2014 bolognachannel.tv