Post Date : 25 agosto 2012

ANTONIO MARTINO, DOCUMENTARISTA A BOLOGNA

timthumb.php
timthumb.php

Post Detail

Antonio Martino, regista da sempre impegnato in tematiche sociali e ambientali, riceve il prestigioso Premio Ilaria Alpi nel 2007 per Gara de “Nord_copii pe strada”, un documentario bambini di strada di Bucarest. Sempre nel 2007 realizza “Pancevo_mrtav grad”, un reportage ambientale girato a Pancevo, cittadina a quindici km da Belgrado pesantemente bombardata dalla Nato durante la guerra dei balcani del 1999, per il quale riceve numerosi riconoscimenti. <!- -more- ->

Nel 2009 realizza “Be water, my friend”, un film che tratta le distastrose condizioni di vita dei pescatori dell’ormai prosciugato lago di Aral, in Uzbekistan. Nel 2010 realizza il documentario Nìguri, girato nei dintorni del Campo di Accoglienza di Sant’Anna, frazione di Isola Capo Rizzuto, Crotone. Attualmente lavora su un film che tratta la rivoluzione siriana.

NÌGURI,

Cosa succede agli immigrati richiedenti asilo tra l’arrivo a Lampedusa e l’ottenimento dello status di rifugiato? Siamo davvero pronti ad accogliere queste persone nel nostro paese? E ancora, come abbiamo fatto, noi italiani, a dimenticare il nostro non cosi lontano passato di emigranti? Il microcosmo di un piccolo villaggio calabrese, dove ha sede uno dei più grandi campi d’ accoglienza d’Europa, riflette quello che succede nel macrocosmo d’Italia: paura delle diversità, diffidenza e il dubbio se e come accogliere tutta questa gente disperata che raggiunge le nostre coste.

 

BE WATER, MY FRIEND,

Dalla giovialità dei pescatori delle valli Ravennati alla disperazione e rassegnazione degli ex pescatori di Muynaq, piccola cittadina sulle ex sponde del Lago di Aral (Uzbekistan). Acqua come gioia di vivere, perdita dacqua come perdita di identità. La struttura del film, speculare come la prima delle proprietà dellacqua(la proprietà speculare appunto dellacqua) mette a diretto confronto due comunità di pescatori.

 

PANCEVO_MRTAV GRAD,

A Pančevo ha sede il complesso industriale più grande della ex Yugoslavia. Questa città è anche nota per essere la città più inquinata d’Europa. Oggi si registrano livelli altissimi di benzene e di altre sostanze inquinanti. Intanto la gente di Pančevo si ammala di cancro ed i bambini affollano l’ospedale per gravi problemi respiratori. Tutto questo però non è bastato a convincere il governo serbo e l’Europa a trovare una soluzione a questo problema.

 

GARA DE NORD_COPII PE STRADA,

Dopo la caduta del regime di Ceauescu molti bambini ospiti di orfanotrofi o appartenenti a famiglie disastrate arrivano dalle zone più povere della Romania e si riversano nelle strade di Bucarest, in particolare alla Stazione Nord, cercando di sopravvivere a stento chiedendo l’elemosina, prostituendosi e vivendo nei canali sotterranei dei tubi dell’acqua calda che attraversano la città. Cosa è cambiato per questi bambini dopo 16 anni dalla caduta del regime di Ceauescu?

Tags

Author

Related Posts

©2014 bolognachannel.tv