Post Date : 14 febbraio 2013

“AL CINEMA”, NUOVA SCUOLA DELL’INFANZIA DA 75 POSTI SPECIALIZZATA NELL’EDUCAZIONE DEI BAMBINI CON DIFFICOLTA’ UDITIVE

cine_int
cine_int

Post Detail

Prendersi  cura dell’educazione di bambine e bambini con difficoltà uditive
ed incrementare di 75 posti l’offerta di scuola dell’infanzia a Bologna. E’
questo  il  duplice  obiettivo  raggiunto  dalla nuova scuola “Al Cinema!”,
struttura   comunale   a  gestione  indiretta,  attivata  dalla  Fondazione
Gualandi, che aprirà a settembre in via Nosadella 51.

Nata  dopo  i  cinque anni di esperienza del nido “Il cavallino a dondolo”,
per  rispondere in modo innovativo alle esigenze dei bambini con difficoltà
uditive,  “Al  Cinema!” è  ricca di nuove opportunità per tutti, attraverso
strategie  comunicative  efficaci,  attività che partono dall’interesse dei
bambini,  lavoro  in  piccoli  gruppi  per  facilitare  le  scoperte  e  le
relazioni,  formazione  continua  degli  insegnanti.  Tutti  strumenti  per
“vedere,   fare,   pensare,  raccontare  –  commenta  la  presidente  della
Fondazione  Gualandi,  Adele  Messieri – rivolti a bambini che consideriamo
tutti ognuno diverso dall’altro”. L’obiettivo del nuovo istituto, è proprio
quello  di  sperimentare  ambienti,  strumenti  e  percorsi  educativi  che
facilitino la qualità delle competenze comunicative e di relazione in tutti
i bambini.

Il   Comune  di  Bologna,  coinvolto  fin  dalla  prima  progettazione,  ha
convenzionato le due strutture, in modo che siano a disposizione di tutti i
bambini,  alle  stesse  condizioni  di  iscrizione  e  quota  delle  scuole
comunali,  due  luoghi  utili  ai  bambini  e  alle famiglie, ma anche alla
ricerca e alla sperimentazione di nuovi itinerari di integrazione attiva.

“Con  questa  collaborazione  realizziamo  un bellissimo sogno – sottolinea
l’assessore  alla  Scuola,  Marilena Pillati – una scuola d’infanzia con un
progetto  innovativo legato ai linguaggi e a un luogo speciale della città,
l’ex   Cinema   Splendor  in  via  Nosadella.  Anche  nella  gestione,  uno
straordinario modello di sinergia tra pubblico e privato”.

Si accoglieranno 75 bambini da 3 a 5 anni di tutta la città, in tre sezioni
divise  per  età, che hanno ciascuna 3 insegnanti. E’ data la precedenza ai
bambini  che  terminano  il percorso del nido “il cavallino a dondolo”, e a
bambini  con  difficoltà  uditive anche di altri Comuni vicini. L’orario di
apertura  della  scuola  è  previsto  dalle 7.30 alle 17.30, salvo tempi di
prolungamento concordati con singole famiglie.

All’interno  della  struttura  c’è  un  piccolo  cinema,  oltre a un grande
giardino  e  molti  spazi  adatti per lavorare con materiali diversi. A tal
proposito,  il  direttore  della  Fondazione  Cineteca, Gian Luca Farinelli
sottolinea  “l’unicità  di un progetto d’avanguardia, senza precedenti, che
mette  al  centro  dell’educazione  il  vedere,  e  la  potenza  universale
dell’immagine  muta,  in  un  momento  in  cui  le sale cinematografiche si
chiudono”. La Cineteca collabora al progetto mettendo a disposizione il suo
archivio  del  cinema  muto  e  l’esperienza  di educazione all’audiovisivo
rivolta alle scuole di “Schermi e lavagne” e “Cineclub per ragazzi”.

Il nome scelto si riferisce al luogo in cui si trova la scuola, l’ex Cinema
Splendor, dove fin dal 1912 gli educatori dell’antico Istituto Gualandi per
sordomuti  avevano  capito  quale strumento di pensiero, di conoscenza e di
apertura  al  mondo  fosse il cinematografo. Oggi, grazie al piccolo cinema
presente  all’interno  della scuola,si rinnoverà per i bambini la magia del
film   muto,   come   uno   dei  linguaggi  da  conoscere  e  da  applicare
nell’esperienza di laboratorio.

Tags

Author

©2014 bolognachannel.tv