Post Date : 23 luglio 2015

Profondo Nord , IL 25 LUGLIO UNA GIORNATA A VILLA GHIGI PER RICORDARE PETER VON BAGH E PER CELEBRATE I 10 ANNI DI MAMMUT FILM

profondo nord
profondo nord

Post Detail

Profondo  Nord “, il 25 luglio una giornata in uno dei parchi più belli di
Bologna,  Villa  Ghigi,  articolata in due direttrici principali; la prima,
dedicata  al ricordo di Peter Von Bagh e al cinema documentario finlandese;
la seconda, un modo per celebrare, festeggiando, il compleanno della Mammut
Film  che  quest’anno  compie  10  anni. Il progetto ideato e realizzato da
Mammut  Film,  in  collaborazione  con  Fondazione Villa Ghigi , Ravintola,
Iperborea, Terminal Video,  nell’ambito di bè bolognaestate

Peter  Von Bagh, scomparso recentemente, è stata una personalità eclettica,
critico  e  storico  del  cinema,  attore,  scrittore,  regista.  Gian Luca
Farinelli  così  lo ricordava: “Se volete scoprire il senso intimo dei film
più  complessi  e  che  cos’è  stato il cinema nel ventesimo secolo, dovete
leggere  quello  che ha scritto”. Peter Von Bagh é stato inoltre creatore e
artifice  del  Midnight  Sun  Film  Festival a Sodankylä, nel profondo nord
finnico, al confine con la Lapponia.
Nel  2004  abbiamo, insieme ad altri cineasti di Bologna, compiuto un lungo
viaggio  per  portare  il nostro cinema lassù, fino a questo originalissimo
festival.  In  quell’occasione  si  creò  un  rapporto  di  reciproca stima
professionale e affetto che si è alimentato negli anni a venire grazie alla
possibilità  di rivedere Peter Von Bagh a Bologna in veste di direttore del
Festival Cinema Ritrovato.
La giornata del 25 è dedicata anche a lui e alla sua irrefrenabile passione
per il cinema. Un omaggio che si realizzerà con la proiezione di “Sodankyla
Forever”,  dove Peter Von Bagh, in un lungo film documentario diviso in tre
episodi,  racconta  la  storia del Midnight Sun Film Festival attraverso le
testimonianze  di  tutti  i  grandi  artisti  del cinema che in questi anni
l’hanno   frequentato.  Inoltre,  la  proiezione  serale  di  uno  dei  più
importanti  film documentari scandinavi degli ultimi anni, “Steam of Life”,
racconto  sullle  confidenze  dei finlandesi nel loro ambiente naturale: la
sauna.  Il  film  ha  fatto incetta di premi nel mondo e verrà presentato a
Bologna  in  anteprima  emiliana dopo un’unica proiezione in Italia. Sempre
sulla Finlandia, uno spazio pomeridiano dedicato all’incontro con Iperborea
–  casa  editrice  italiana  dedicata  alla narrativa del nord europa – che
attraverso  Giorgia Ferrari, esperta di letteratura nordica, si concentrerà
su alcuni degli autori di punta del panorama letterario finlandese.

Il secondo percorso è quello dedicato ai 10 anni della Mammut Film, fondata
nel  2005,  da  autori e produttori indipendenti. Ilaria Malagutti, Michele
Mellara,  Alessandro  Rossi,  Francesco  Merini sono gli artefici di questa
realtà,  attiva  da  dieci  anni nel campo di film di finzione, documentari
creativi,  eventi  teatrali,  pubblicazioni  e  progetti  europei.  I  loro
documentari  hanno  girato  il  mondo  per  festival,  ricevendo  premi  ed
importanti  riconoscimenti,  sono  stati  proiettati da innumerevoli canali
televisivi,  sono  stati  editati  in  DVD  sia in Italia che all’estero. A
dimostrazione   del   valore  dei  documentari  realizzati  vari  elementi:
l’attenzione   della  stampa  verso  l’ultima  produzione,  “Terra  persa”,
recensito  ultimamente da “l’Espresso”; le future proiezioni, dopo due anni
di  circuitazione,  di  “God  save the green” (ad agosto a Bruxelles ospite
nella  prestigiosa  sede della Philanthropy House all’interno del programma
Food  Justice, e ad ottobre all’Expò di Milano); “l’Orchestra” (distribuito
in  DVD  da  Euro  Arts  in  tutto  il  mondo,  a marzo avrà una proiezione
nell’esclusivo contesto della Filarmonica di Berlino).

I  10 anni anni della Mammut Film saranno raccontati attraverso un breve ma
intenso ciclo di proiezioni di documentari realizzati in questi anni.
Gli  spazi  antistanti Villa Ghigi saranno allestiti con una mostra di foto
realizzate  da  Francesco  Merini  nel  2004 in occasione del lungo viaggio
verso il Midnight Sun Film Festival.
Inoltre,   sempre   nel   pomeriggio,  ci  sarà  spazio  alla  musica:  gli
“Avvoltoi”  (Moreno  Spirogi,  voce  e tamburi; Nicola Bagnoli, organo; Ugo
Cappadonia,  chitarra;  Michele  Rizzoli,  basso) faranno rivivere, in modo
originale,  30  anni  della  loro  storia  beat.  Spirogi poi, dalle 24:00,
animerà un Djset tutto composto da colonne sonore di film.

Cinema documentario finlandese, beat dal vivo, letteratura scandinava, cibi
nordici e proiezioni di documentari.
Un’ imperdibile festa di mezza estate.

Contatti e info: http://www.mammutfilm.it
tutto il programma di bè bolognaestate 2015 su www.bolognaestate.it

Programma della giornata del 25 luglio

dalle ore 10 alle ore 13 Omaggio a Peter Von Bagh: “Sodankyla forever”
sala proiezione di Villa Ghigi
(proiezioni in finlandese e inglese con sottotitoli in inglese)
ore  10  – The Yearning for the First Cinema Experience di Peter Von Bagh –
dur. 58 min. (2010)
ore 11 – Eternal time di Peter Von Bagh – dur. 58 min. (2010)
ore 12 – Drama of light di Peter Von Bagh – dur. 58 min. (2010)

ore 13   pranzo finnico a cura di Trattoria Ravintola

dalle  ore  15  alle  ore  17:30 I dieci anni della Mammut rassegna di film
documentari
sala proiezione di Villa Ghigi
(proiezioni in italiano con sott. In inglese)
ore  15  –  Men & Puppets di M. Mellara, A. Rossi, F. Merini – dur. 30 min.
(2010)
ore  15.30  –  Pascoliana  di M. Mellara, A. Rossi, F. Merini– dur. 30 min.
(2013)
ore  16  –  Domà,  case a San Pietroburgo di M. Mellara, A. Rossi – dur. 30
min. (2003)
ore 16:30 – Palestina per Principianti di F. Merini – dur. 60 min. (2012)

dalle ore 18 alle ore 19 Incontro/aperitivo con Giorgia Ferrari e Iperborea
presentazione di autori finnici  – “Tra ironia e disincato”

dalle ore 19.30 alle ore 20.30 concerto degli “Avvoltoi”
(con Moreno Spirogi, Nicola Bagnoli, Ugo Cappadonia, Michele Rizzoli)

20.30 – cena all’aperto

21.45 – 23.30 proiezioni serali
cinema all’aperto nel cortile antistante la villa
ore  21.45  Sodankylä  2004  (inedito) di M. Mellara, A. Rossi, F. Merini –
dur. 15 min.
ore 22 Steam of Life di Joonas Berghäll, e Mika Hotakainen – dur. 84 min.

23:30 – 02:00 Dj set a cura di Moreno Spirogi

Gli  spazi  antistanti Villa Ghigi saranno allestiti con una mostra di foto
realizzate  da  Francesco  Merini  nel  2004 in occasione del lungo viaggio
verso il “Midnight Sun Film Festival
Un progetto di Mammut Film, realizzato nell’ambito di bè bologna estate, in
collaborazione  con  Fondazione Villa Ghigi, Ravintola, Iperborea, Terminal
Video

Schede film

Sodankylä  Forever (Sodankylä ikuisesti”) di Peter Von Bagh, 174 min. 2010,
Finlandia
The Yearning for the First Cinema Experience (58′)
Eternal time (58′)
Drama of Light (58′)
Il festival di Sodankyla è nato nel 1986 per volontà dei registi finlandesi
Anssi   Manttari,  Aki  e  Mika  Kaurismaki,  e  dello  storico  e  critico
cinematografico Peter Von Bagh.
“Sodankyla  Forever”  racconta,  in  tre  episodi,  la  storia del festival
attraverso  le  testimonianze  di  tutti i grandi artisti del cinema che in
questi anni hanno frequentato il leggendario festival che si svolge al sole
di  mezzanotte nell’estremo nord della Finalndia. Il documentario raccoglie
importanti  e  appassionanti  conversazioni  fra leggendari nomi del cinema
mondiale  e  Peter  Von  Bagh,  costruendo  un  originale percorso tematico
determinato  dalla ricorrenza delle domande di Von Bagh stesso. L’amore per
il  cinema,  i  grandi maestri e i pionieri della settima arte compaiono in
questo grande affresco imperdibile per gli appassionati cinefili

Men & Puppets di M. Mellara, A. Rossi, F. Merini – dur. 30 min. (2010)
Il  documentario  racconta  il teatro di figura attraverso il lavoro di una
delle  compagnie  più  interessanti  di  Praga  –  Karromato  theatre – e i
burattini,  seguendo  l’esperienza della storica famiglia d’arte Monticelli
di Ravenna (Teatro del Drago).

Pascoliana di M. Mellara, A. Rossi, F. Merini– dur. 30 min. (2013)
Il   documentario   presenta  al  pubblico  alcuni  dei  più  significativi
componimenti  poetici  di  di Pascoli mostrando la centralità del paesaggio
umano,  animale e vegetale nella costruzione del suo linguaggio poetico. Le
poesie  vengono  lette  e  interpretate  da  un  coro  di personaggi, Ivano
Marescotti,   Paolo   Poli,   Vittorio  Roda,  Andrea  Battistini,  Loriano
Macchiavelli,  Vito  Bonito,  “Freak”  Antoni  ed  Angela Baraldi, ma anche
semplici  persone  che con le loro interpretazioni restituiscono nuova vita
alle poesie di Pascoli.

Domà, case a San Pietroburgo di M. Mellara, A. Rossi – dur. 30 min. (2003)
Visitare  gli  interni  di  San  Pietroburgo  alla vigilia del giubileo che
celebra  i  trecento  anni  della  città,  e  che  sta  adeguando il centro
cittadino al miraggio dei cosiddetti standard europei, visitare gli interni
di  San  Pietroburgo,  le  kommunalki,  le case costruttiviste, le case dei
tempi  di  Stalin,  le  Chrushchevy, gli spal’nye rajony, le case dei nuovi
ricchi,  visitare  queste  case  farsi  raccontare la loro storia significa
avere  qualche  idea  in più per capire com’è cambiata e come sta cambiando
questa città, non solo dal punto di vista architettonico.

Palestina per Principianti di F. Merini – dur. 60 min. (2012)
Zimmy ama fare due cose nella vita: suonare il basso con la sua band, i Lou
del Bello’s, e starsene nella sua amata città, Bologna. Questa volta, però,
i suoi compagni di gruppo gli tirano un colpo basso: organizzano un viaggio
per  andare  a  insegnare  musica  a  dei  bambini  di  un  campo  profughi
palestinese.  Può  tirarsi  indietro Zimmy? Ovviamente no: parte e si porta
dietro il suo amico cuoco Berna.
In Palestina Zimmy non si trova poi troppo male, e anzi si affeziona subito
a  una  famiglia,  gli  Al Azzeh: Mohanned, sua sorella Mirna e la nonna Um
Yunis.  Mentre Berna si aggira per mercati di ogni genere alla scoperta dei
sapori  palestinesi, Zimmy non riesce a farsi una ragione del fatto che gli
Al  Azzeh  non  possano  più  tornare  nel  loro villaggio d’origine, Bejit
Jibrin,  da  cui sono stati cacciati nel 1948. E così decide di andarci lui
stesso, mollando anche i compagni della sua band

Steam of Life di Joonas Berghäll, e Mika Hotakainen – dur. 84 min. (2010)
è  un  documentario  che  mette  a  nudo,  letteralmente e metaforicamente.
Intenti  a farsi una sauna, un gruppo di uomini finlandesi si lascia andare
a confessoni e meditazioni sulla vita e la morte, l’amore e i suoi misteri,
in  un  evaporare  di  liquidi  ed  emozioni. Un film efficace, intimo, con
personaggi che rimarranno scolpiti nella memoria dello spettatore.

Nominations
European Film Awards 2010, Prix ARTE nominee
IDA Awards 2010, Distinguished Feature nominee
Nordic Council Film Prize 2010 nominee
Awards
Risto Jarva Prize and Audience Award, Tampere FF 2010
Prize of the Interreligious Jury, Visions du Réel 2010
First place in the International Contest, DocAviv 2010
Millenium Award, Planete Doc Review Warsaw 2010
Special Jury Mention, Silverdocs 2010
Grand Prize, Pärnu Film Festival 2010
Silver Dove, DOK Leipzig 2010
Universities Award, Doclisboa 2010
Documentary Film Prize, Nordische Filmtage Lübeck 2010

Ingresso gratuito.
E’ consigliabile munirsi di pila.
Le cene e l’aperitivo sono a pagamento.

 

Tags

Author

Related Posts

©2014 bolognachannel.tv