Post Date : 23 giugno 2015

“Bologna è Pride”: sabato 27 giugno sfila l’orgoglio LGBT

bolognaèpride
bolognaèpride

Videos

BolognaPride 2014

Post Detail

#bologna @casseroBO #BolognaPride

Corteo dal Cavaticcio a piazza del Nettuno, poi concerto di Paola Turci e festa all’Estragon

Bolognachannel.tv  è media partner del BolognaPride 2015.

Bologna, 22 giugno 2015 – Sfilerà sabato 27 giugno per le vie del centro il Bologna Pride, la manifestazione dell’orgoglio lgbt  promossa quest’anno da un tavolo di 14 associazioni: Agedo Bologna, Arcigay Il Cassero, ArciLesbica Bologna, BogaSport Bologna, Bugs Bologna, Famiglie Arcobaleno, Indie Pride – Indipendenti contro l’omofobia, Komos Coro Gay di Bologna, MigraBò lgbtqi, Mit – Movimento Identità transessuale, Associazione Orlando, Plus Onlus- Rete di persone LGBT sieropositive, UAAR Bologna, UniLGBTQ. Queste sono le realtà che già dalla fine del 2014 si sono messe in rete per costruire la piattaforma rivendicativa che sostiene la mobilitazione, presentata alla stampa il mese scorso è disponibile on line all’indirizzo: http://www.bolognapride.it/lapiattaforma/

La piattaforma individua cinque ambiti di intervento – Salute, Welfare, Lavoro, Scuola e Università, Sport – e per ciascun ambito indica alle istituzioni azioni possibili per garantire il riconoscimento dei diritti di tutti e tutte, così da tracciare un percorso concreto per la “Città dei diritti. Al documento stanno aderendo numerose realtà associative, tra cui Agedo Vicenza per il Triveneto, Amici di Piazza Grande, AMISS – Associazione Mediatrici Interculturali, Amnesty International – Circoscrizione Emilia-Romagna, Animal Amnesty ONLUS, ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – Comitato Provinciale di Bologna, Arci Bologna, Arcigay Roma, Associazione “Il Progetto Alice”, Auser Emilia-Romagna, Cantieri Meticci – Associazione di Promozione Sociale, Casa delle Donne per non subire violenza, CDH – Centro Documentazione Handicap, Frame, Gay Center, Hamelin – Associazione Culturale, Io sono minoranza – think community, Polis Aperta – Associazione LGBT Appartenenti a Forze Armate e Forze dell’Ordine, UDI – Associazione Unione Donne in Italia di Bologna, Un Secco No – Associazione di promozione sociale.

La coincidenza della data del Bologna Pride con il 35esimo anniversario della strage di Ustica ha stimolato le associazioni a costruire un percorso di condivisione con l’associazione dei familiari delle vittime, che culminerà nella lettura del discorso della presidente dell’associazione dei parenti delle vittime, Daria Bonfietti, dal palco della manifestazione.

Il percorso del Bologna Pride è stato scandito da una campagna di comunicazione che ha individuato alcune parole chiave rappresentative delle rivendicazioni dei gruppi promotori e che verranno rappresentate al Parco del Cavaticcio alla partenza del corteo. Si parlerà perciò di “Accoglienza”, “Gioco di squadra”, “Rivoluzione” e “Orgoglio”.

Nella giornata di sabato 27 giugno, alle 14.30 è fissato l’appuntamento per il concentramento del corteo al parco del Cavaticcio. Alle 16 la parata uscirà nelle strade e percorrerà via Don Minzoni, piazza dei Martiri, via dei Mille, via dell’Indipendenza fino a raggiungere il palco allestito in piazza del Nettuno. A reggere lo striscione in testa alla parata ci sarà anche Alessandra Bernaroli,  protagonista di una lunga vicenda giudiziaria conclusasi poche settimane fa con una sentenza della Corte di Cassazione che ha definito valido il legame matrimoniale tra Alessandra e sua moglie, rendendolo di fatto il primo matrimonio fra persone dello stesso sesso riconosciuto in Italia. Dal palco poi interverranno i portavoce delle associazioni e il rappresentante della Giunta comunale. Il Bologna Pride sarà condotto dal palco da Mc Nill, giovane rapper arrivata a Bologna dall’Umbria, attivista e lesbica dichiarata, finalista all’Mtv Spit. Scandiranno i discorsi le performance di Minerva Lowenthal e di Paola Turci.

Proprio Paola Turci sarà la protagonista del concerto che alle 21, subito dopo la manifestazione, il Bologna Pride regalerà alla città. Al Parco del Cavaticcio Paola Turci presenterà live il suo ultimo disco “IO SONO” (Warner Music). Sarà accompagnata sul palco da Fabrizio Fratepietro (batteria), Pierpaolo Ranieri (basso) e Fernando Pantini (chitarra elettrica), presentando con la sua carica e grinta espressiva il nuovo disco e tutti i suoi più grandi successi. I suoni saranno curati dal fonico Mirko Cascio.

I festeggiamenti proseguiranno poi all’Estragon (via Stalingrado 83) dove alle 23,30 prenderà il via l’official Pride Party, la festa di finanziamento a sostegno della manifestazione. Tra gli ingredienti dell’evento i live di Snuff crew (Bpitch control/ Snuff trax), Adriano Canzian (I-Trax/Gigolo), Hard Ton (Toy tonics/Gigolo), i dj set di Poppen djs, Strobot dj, Faggio dj, Massimiliano Abramo dj, Little Fluffy Luke dj e le performance di Minerva Lowenthal & Hangoversballet. Il biglietto di ingresso costa 15 euro sul posto, 12 euro in prevendita.

Il Bologna Pride è inoltre sostenuto da tre creativi che hanno creato tre immagini per altrettante t-shirt. Il duo Cuoghi e Corsello ha quindi realizzato un omaggio ad Alan Turing, mentre Jacopo Camagni ha reinterpretato in chiave rainbow il celeberrimo “Quarto Stato” e Vincenzo Palombino ha creato un allegro tributo a tutti gli amori.  Le t-shirt sono in vendita nei banchetti di promozione della manifestazione e saranno disponibili anche al Parco del Cavaticcio. I proventi serviranno a finanziare il Bologna Pride.

In attesa della giornata del 27 giugno, prosegue il calendario di eventi che fa da corollario alla manifestazione: tra questi l’intitolazione del centro di documentazione del Cassero a  Flavia Madaschi (lunedì 22 giugno, ore 19) e The Italian Miss Alternative (giovedì 24 giugno, h 21). Il calendario completo è consultabile sul sito www.bolognapride.it.

Il Bologna Pride fa parte della rete Onda Pride, la grande mobilitazione dell’orgoglio che coinvolge 15 città italiane e che chiede riconoscimento e diritti per le persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer e intersessuali. Il 27 giugno, oltre a Bologna, la comunità lgbt scenderà in piazza  a Torino, Milano, Perugia, Palermo e Cagliari. Info su:  www.ondapride.it.

Tags

Author

Related Posts

©2014 bolognachannel.tv