Post Date : 12 gennaio 2015

I 99 POSSE tornano a Bologna (al TPO)

99 posse
99 posse

Videos

Post Detail

#Musica #Bologna @99Posse @FojaOfficial

I 99 POSSE, diretta espressione del centro sociale occupato autogestito Officina 99 e delle nuove culture urbane dal 9 ottobre 1991, suoneranno nuovamente al TPO il prossimo 31 gennaio, in occasione del Curre curre guagliò 2.0 tour .

Il 25 marzo 2014 è uscito infatti, a 20 anni di distanza dal loro album di esordio, “Curre Curre Guaglio’ 2.0 – Non un passo indietro”, il nuovo disco dei 99 POSSE che ripercorre i grandi successi della loro prima discografia e aggiunge quattro singoli inediti: 1234, Soggetti attivi, Stato d’emergenza, Strano e straniero. Come capitoli di un gran bel film, ammirato da milioni di persone negli ultimi vent’anni e che ha vinto parecchi premi, riempiendo cuori e popolando spazi immensi, i 99 POSSE dimostrano di essere “padroni del [loro] tempo per poterlo cambiare”, sperimentando il remake di 14 canzoni che hanno scosso gli animi e segnato la musica italiana. E così rinascono con audaci e fresche sonorità nuovi modi di cantare Curre curre guagliò, Ripetutamente, O’ documento e altri brani registrati, risuonati e rinnovati negli arrangiamenti e nei testi.

CURRE CURRE GUAGLIO’ La biografia
Prima del concerto presenteremo con l’autore la biografia della Posse “Curre curre guagliò, storie dei 99 Posse”, scritta da Rosario Dello Iacovo e in uscita nelle librerie dal 3 dicembre. Una biografia atipica perché non focalizza l’attenzione solo sulle vicende del gruppo, proponendo la consueta carrellata di dischi e concerti, ma le utilizza per raccontare l’Italia, soprattutto Napoli. Un viaggio attraverso gli occhi di ragazzini cresciuti in fretta in quei quartieri popolari, in quei paesi dell’hinterland, dove si affacciano alla vita, si innamorano della musica e della politica. Quei ragazzini sono Luca ’o Zulù, Massimo Jrm, Marco Messina e Sacha Ricci, ma anche tanti altri che hanno condiviso pezzi del loro cammino.

I FOJA ne apriranno l’esibizione. I Foja nascono nel 2006 dall’unione di 4 musicisti napoletani: Dario Sansone (autore e voce), Ennio Frongillo (chitarra), Gianni Schiattarella (batteria) e Giuliano Falcone (basso). Il nome della band lascia da subito intuire il loro spirito, la foja, in italiano foga è qualcosa che brucia dentro, una fiamma che tiene vivi, infervora l’anima. Dal 2007 cominciano a suonare in giro per l’Italia, partecipando a diversi festival nazionali, manifestazioni e tanti sono i live che li vedono protagonisti. Nel 2013 viene presentato il disco ‘Dimane torna o sole’ con l’etichetta indipendente Full Heads. Come per il primo disco hanno scelto di collaborare con tantissimi musicisti italiani di fama internazionale. Uno dei singoli del disco ‘A malia’ è stato scelto per la colonna sonora del film di animazione di Alessandro Rak e Luciano Stella ‘L’arte della felicità’, conquistandosi un posto tra le candidature del prestigioso premio David di Donatello e dei non da meno “Nastri d’Argento”, come migliore canzone originale. Nel 2014 un’altra importante collaborazione, un brano inedito ‘Da sule nun se vence maje’, scritto da Alessandro Siani con le musiche di Dario Sansone e gli arrangiamenti curati dalla band.

Ingresso: 5 euro – no prevendita.

Nel video l’intervista che bolognachannel ha fatto a Luca Persico ‘O Zulù in occasione della tappa al TPO di “Cattivi Guagliuni” Tour di Jovine, in cui ci parla anche del suo legame con la città di Bologna.

Tags

Author

Related Posts

©2014 bolognachannel.tv